Le forze curde ingaggiano una società USA per servizi segreti e militari in Siria ed Iraq

dal blog http://www.vietatoparlare.it/

Gli USA privatizzano la guerra quando è già illegale (a monte) la sola presenza degli USA in Siria… E l’ISIS è combattuto solo dal terzetto di Astana.

Quello che vedete di seguito è il testo dell’accordo sottoscritto tra YPG e una società americana che sul suo sito si definisce come “un leader riconosciuto nel mercato internazionale dei servizi militari”.

Il contratto risale al mese di ottobre 2014, i membri del YPG che hanno sottoscritto sono Redur Xelil e Naser Hajimansur e Dan Chirkoff, Ram A. Patten e Michal Qarajouli.

Vediamo di che si tratta, innanzitutto a partire dal testo:

Noi le ‘unità di protezione del popolo’ YPG, dichiariamo di voler cooperare con la Castle International LLC dell’Arizona, (Usa) al fine di un accordo contrattuale di lungo termine per i servizi di supporto medico in combattimento ed esperienza di materie logistiche.

Evidentemente sembra si tratti di una lettera di ingaggio in cui si dice che il personale dell’azienda sta svolgendo in Siria un  servizio di “supporto medico in combattimento e fornisce esperienza di materie logistiche”, ovvero offre quello che in gergo si chiama servizio MEDEVAC ovvero effettua il servizio di Tactical Evacuation Care nel quadro del Tactical Combat Casualty Care.

E’ evidente che non si tratta di un contratto ma di una specie di lasciapassare che autorizza il personale ad operare nelle aree sotto controllo YPG/SDF. Naturalmente il vero contratto sarà di parecchie pagine e vi sarà descritto ogni particolare.

E’ altrettanto evidente che società naturalmente non è in Siria solo servizi medici. Basta infatti  scorrere tra i servizi visibili sul sito ufficiale dell’azienda per vedere che il MEDEVAC non è il solo ‘prodotto’ che la Castle International LLC offre, ma che  il pacchetto di servizi offerto è molto più ‘ricco’ (fonte Linkedin):

In particolare la  SPG-Private Project Group, è l’ affiliato alla Castle International che è presente nel nord della Sairia ed in Iraq.

Data l’area in cui il personale SPG opera è plausibile che siano apprezzati anche i pacchetti di servizi che comprendono operazioni di  Intelligence, Surveillance, and Reconnaisance “Servizi segreti di investigazione, sorveglianza e ricognizione”inserito nel ‘ supporto clandestino per affari globali e missioni in territorio straniero’.

In sostanza è chiaro che in realtà la società Castle International LLC in Siria  non fa Medevac ma agisce  per compiti non autorizzati dal governo legittimo siriano.

Chiarito questo, si nota facilmente che benché sul documento non c’è data, è facile scoprire che in realtà il servizio della Castle International LLC in supporto al YPG è cominciato dal 2014 .

Qui di seguito vediamo infatti alcuni membri del  gruppo Progetti speciali del SPG-Private Project Group, affiliato a Castle International,  insieme ad alcuni miliziani YPG/PKK:

Riassumendo,  ciò che si conosce è che la società ha fornito servizio paramedico, medicina militare e l’addestramento al combattimento in Siria. In proposito abbiamo visto che comunque la stessa scrive  che i propri servizi comprendono una rosa più ampia.  Come prove del proprio servizio nel nord della Siria ci sono molti documenti e fotografie sul proprio sito web e su vari account dei social media. Purtroppo dall’anno 2017 – ovvero da quando sarebbe stata trasferita in Iraq – la società è diventata più discreta e non condivide più alcuna informazione sui social.

E’ noto che gli Stati Uniti ricorrono a compagnie private in molte regioni di crisi nel mondo ed uno dei grandi sostenitori della ‘privatizzazione della guerra’ fu Dick Cheney. Infatti in  Iraq l’US Army fece un largo uso dei mercenari della società Blackwater. Ma la domanda in questo caso non è sull’impiego dei mercenari in Siria ma più a monte…

La domanda oggi è: in Siria, un paese con cui gli USA non è formalmente in guerra e che occupa illegalmente in totale disprezzo della legge internazionale, cosa ci fanno le società americane che fanno servizio di “supporto clandestino per affari globali”!? Inoltre che legittimità hanno le milizie curde ad ingaggiare società estere in un paese che da sette anni soffre dell’aggressione di ben 22 stati, tra cui gli USA?

FONTI: Turkeyalaan, sito della LCC, account social

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...