Due chiacchiere fra amici

Oggi vorrei dedicare due parole alle tante brave persone che si accingono a quei tour mortali (per chi poi non ce la fa) delle elezioni regionali tipo in Piemonte dove amici cui sono legato da sincero affetto ci stanno provando. Proprio per l’affetto dirò loro ciò che penso da amico appunto, sapendo che anche se non interagiscono con me sui social perché sono un rompi..tasche, leggono e meditano, almeno sollevo dubbi …che è un buon sport da praticare sempre con onestà intellettuale

Cosa significa onesta e pulizia per un candidato alla regione ? E’ la discriminante per cui si sceglie uno piuttosto dell’altro ?

Mi pare di no, anche se è la base minima richiesta a priori!Qui parliamo di ruoli politici di capacità di progetto, di saper trovare le forze e le convinzioni per affermare un piano articolato ed integrato per una regione speciale parte di un paese speciale spezzato in parte da anni di governi assassini e da un impasse dell’attuale amministrazione che dovrebbe essere propositiva e “amica”.C’è un problema di organizzazione della democrazia per dare forza ad un idea di mondo che non prende forma ragazzi o vi va bene continuare a far i passacarte del cerchio magico, dove di fronte ad ogni avvenimento ci pensa Gigi e “ti spiega i suoi perché” e se non basta lui ed altri 5/6 vanno in TV a spiegare le stesse cose .Abbiamo smesso di dare forza ad una azione politica e l’abbiamo sostituita con le nuove tecnologie (Rousseau, referendum interni pilotati senza dibattito vero).

Abbiamo una comunità che esiste solo sul locale , sul territorio , ma è resa inutile ai fini di scegliere azioni e formazione politica necessarie .

Noi che dal Piemonte abbiamo preso mille mazzate manifestando contro la TAV ed il Terzo Valico adesso se andate in consiglio dovrete allinearvi e stigmatizzare ogni manifestazione, mentre in quei giorni dovrete nascondervi altrove per non perdere la faccia.

Qual’è l’idea di mondo che più vi convince da indossare come un vestito da portare nelle Istituzioni ?Qual’è l’idea di mobilità, di sviluppo dell’istruzione, della sanità che si privatizza (ma si discute tanto di vaccini mentre passa tutto il resto, ecc ecc ?

Qual’è il limite che siete disposti a concedere alla Lega per impedire alle vostre idee di prendere forma concreta perché anche in regione se pur divisi dovrete accordarvi per governare ?Qual’è il limite che siete disposti a tollerare di una organizzazione politica che non ha forza e radicamento sul territorio per una precisa volontà (o come militanti non ve ne siete accorti che succedeva e allora ….) ?

Come mai di tanti gruppi di lavoro di gente competente a capace sono stati gettati alle ortiche ed oggi si fatica a trovare il minimo sindacale da presentare in lista solo fra chi è già nell’entourage dello staff di “altri” che ce l’hanno già fatta ?

Non ho volutamente guardato le vostre registrazioni perché sono discorsi sentiti cento volte in varie occasioni, ma che stanno sotto ai nodi centrali del grande problema : cos’è oggi il M5S. Avete pensato come si può cambiare dall’interno e se si può, questa sgangherata macchina dove la morale comanda sulla capacità politica ?

No di sicuro, come un mantra da ogni angolo siete bombardati dai temi classici lavoro, sanità, trasporti, ecc . Ma cosa serve dato che con serie infinite di giravolte siete comandati a priori a sostenere cose che in nessuna assemblea sana di mente si sarebbe mai approvato, dalle grandi opere, al decreto sicurezza, al finto R di C senza investimenti reali e detassazione seria per creare possibilità concrete di lavoro o la madre di tutti i problemi la creazione di moneta parallela o sistema per “fare” davvero la differenza piuttosto di questa contrattazione con la UE di stampo Andreottiano ?

Certo è più un fatto di governo, ma alla regione se sarete eletti (cosa di cui ho dubbi non tanto per voi singoli, ma per la situazione assurda in cui questa alleanza nazionale vi trascina e che pagherà un prezzo) anche passando dalla regione ci saranno delusioni e fuochi d’artificio. In questa società le persone hanno valore se capaci, ma senza una organizzazione diffusa non c’è storia, è l’impero dei sensi e delle parole, annunci, spot, declamazioni, inaugurazioni e poca sostanza.

Pensate bene a questa avventura o siete capaci di cambiare le cose o lasciate perdere, sarà solo un tentativo personale di scalare una montagna per campare meglio. Altri nell’ultima infornata a Roma ci hanno provato e siamo fermi in surplace aspettando Godot, alimentando gruppo misto e mugugni interni senza nessuno scopo politico, semplicemente per galleggiare.

Buona scelta a voi io non vi voterò a queste condizioni e non credo di essere il solo !

Gianni Gatti 

Savona 04/12/2018

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.