PREV AMBIENTE In Italia aumentano i boschi, ma anche cemento e asfalto!

dal https://hfarmer.orgblog 

15 dicembre 2018

L’Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale( Ispra), ha analizzato i principali cambiamenti avvenuti sul suolo italiano rispetto a quanto è “verde” il nostro paese pubblicando un nuovo rapporto intitolato “Territorio, processi e trasformazioni in Italia”.

Il documento rileva che nell’arco di tempo che va dal 2012 al 2017 gli alberi in Italia sono aumentati del 4,7%, arrivando ad estendersi lungo circa 14 milioni di ettari. A beneficiare di questa riforestazione sono i territori marginali del paese, a scapito di aree con vegetazione erbacea (agricola, naturale o seminaturale) in montagna (+2%), ma ancor di più in collina (+2,5%), dove i processi di abbandono sono ancora in corso.

Design: Banksy. “I remember when all this was trees”.

Le aree boschive interessano attualmente il 40% del territorio, in particolare nelle zone montane, dove gli alberi arrivano a coprire complessivamente il 65% del suolo. Contemporaneamente si riducono le aree agricole, come prati e pascoli. Nel corso di questi 5 anni l’Italia ha ridotto infatti del 4% le aree con vegetazione erbacea agricola o adibite a pascolo trasformandole in centri urbanizzati o in aree boschive. L’Ispra descrive inoltre anche la fine di un particolare tipo di paesaggio agricolo che un tempo segnava la transizione dall’ambiente urbano a quello boschivo.

Le città invece, continuano invece ad essere invase da asfalto e cemento, dove le coperture artificiali sono in aumento, i dati parlano del +180% rispetto agli anni ’50, in particolare per garantire nuove infrastrutture di trasporto e nuove costruzioni. Quest’ultimo fenomeno viene descritto dall’Ispra come “l’evoluzione di maggiore entità”.

Design: Nemos. “Uomini mangia-alberi”.

Le regioni che hanno una maggiore superificie coperta da alberi sono la Liguria (80,7%), la Calabria (67%) e laToscana (60,8%), considerando anche frutteti, uliveti, arboricoltura da legno e alberi in ambiente urbano.

All’opposto si trovano il Veneto e la Lombardia (29,5% e 32,9%). Passando dall’ambito regionale a quello comunale, in testa alla classifica c’è Reggio Calabria, con il 54,5% della superficie alberata, seguita da Genova (54%) e Messina (49,9%). Roma si attesta al 21,7%, mentre Milano e Palermo rispettivamente al 10,7% e al 33,4%.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.