Rivolte nazionali contro gli stati falliti innescati dalle uccisioni della polizia

Dal blog https://www.globalresearch.ca/

Di Kevin Zeese e Margaret Flowers

Ricerca globale, 01 giugno 2020

La rivolta nazionale scatenata dall’omicidio di George Floyd e altri recenti eventi motivati ​​dal punto di vista razziale è una risposta al fallito stato bipartisan in cui viviamo. Arriva nel bel mezzo della pandemia di COVID19 e il più grande collasso economico negli Stati Uniti in oltre un secolo. Queste tre crisi hanno avuto un impatto sproporzionato sulle persone di colore e si sono aggiunte alla disuguaglianza e all’ingiustizia a lungo termine.

Black Lives Matter è scoppiato sei anni fa quando un agente di polizia ha sparato e ucciso Mike Brown a Ferguson, MO. Da quel momento, la  polizia ha ucciso circa 1.100 persone ogni anno.  La risposta del governo a tutti i livelli alla crisi delle uccisioni della polizia è stata praticamente inesistente. Mentre le persone cercano di vendicare la morte di George Floyd, i problemi sono molto più profondi e i cambiamenti necessari sono molto più ampi.

La radice del problema è uno stato fallito

Durante la pandemia di COVID19, milionari e miliardari sono stati salvati dal governo con trilioni di dollari, mentre i lavoratori hanno ricevuto una miseria di $ 1.200 a persona e un aumento a breve termine delle indennità di disoccupazione per gli oltre 40 milioni di persone che hanno perso il lavoro . Molti lavoratori che forniscono servizi essenziali hanno dovuto continuare a lavorare mettendo a rischio se stessi e le loro comunità.

L’assistenza sanitaria urgentemente necessaria è fuori dalla portata di milioni di persone con un’assicurazione sanitaria assente o succinta che causa la morte delle persone a casa o il non andare in ospedale fino a quando la loro malattia non è diventata grave. Per questo e altri motivi, COVID19 ha un impatto sproporzionato sulle comunità di colore.

Glen Ford del Black Agenda Report pone la rivolta di massa nel contesto della lunga storia della supremazia bianca che esiste da quando gli africani furono portati negli Stati Uniti. La schiavitù di Chattel fu imposta dalla  prima forma di polizia,con la prima pattuglia formale di schiavi creata nelle colonie della Carolina nel 1704. Dopo la guerra civile e un breve periodo di ricostruzione in cui gli africani potevano partecipare alla vita civile, Jim Crow seguì con razzisti bianchi, spesso alleati della polizia meridionale, infliggendo terrorismo contro Popolazione nera attraverso linciaggi e altri mezzi. I neri furono arrestati per leggi come il vagabondo e poi puniti per essere stati costretti a lavorare raccogliendo cotone o altri lavori. Questa nuova forma di schiavitù continua mentre i detenuti sono costretti a lavorare praticamente senza paga nelle carceri, sono dati in affitto a lavori pericolosi come la lavorazione della carne o sono usati come croste .

L’omicidio di George Floyd ha fatto infuriare le persone che hanno visto troppi decessi a causa della violenza della polizia. L’omicidio in pieno giorno con riprese di telecamere e decine di testimoni ha mostrato l’impunità della polizia che è abituata a non essere ritenuta responsabile della propria violenza. Durante la rivolta, la polizia ha usato la violenza estrema e preso di mira le persone con telecamere e mezzi di comunicazione, anche dicendo che erano il problema.

La radice del problema è uno stato fallito che non rappresenta il popolo e ha una profonda storia di razzismo e disuguaglianza che vengono ingigantite dalle attuali crisi. La mancata risposta a queste crisi sta causando un paese ingovernabile poiché il contratto sociale è stato infranto.

L’illegalità tra la classe di ricchezza, la corruzione dei politici con campagne finanziate dai più ricchi con profitti per i loro figli e parenti ha gettato le basi per il mancato rispetto della legge. Mentre un manifestante esclamava:  “Non parlarci del saccheggio, tu sei il saccheggiatore. Hai saccheggiato dai neri. Hai saccheggiato dai nativi americani. Non parlarci della violenza, ci hai insegnato la violenza. “

Ultime parole di persone uccise dalla polizia da Twitter, Washington, DC, 30 maggio 2020

Lo stato non riuscito non può riformarsi

Le ultime parole di George Floyd, “Non riesco a respirare”, hanno fatto eco le stesse parole di Eric Garner, che è stato ucciso sei anni fa da un agente di polizia di New York. Sebbene ci siano state proteste allora, non è cambiato molto. Il sistema non ha risposto.

L’errore inizia dall’alto. Ci sono stati anni di inattività a tutti i livelli di governo. Il New York Times riferisce che  “L’amministrazione ha smantellato in gran parte gli sforzi di sorveglianza della polizia, limitando l’uso dei decreti di consenso federale per la revisione dei dipartimenti di polizia locali. Barr ha affermato che le comunità che criticano l’applicazione della legge potrebbero non meritare la protezione della polizia e che Trump ha incoraggiato gli ufficiali a non essere “troppo carini” nel gestire i sospettati “.Militarizzare la polizia: l’intero sistema americano è “colpevole come l’inferno”: assumere il controllo della polizia

Trump ha versato benzina sull’attuale fuoco con retorica incendiaria che promette che il “saccheggio porta a sparare” facendo eco ai razzisti del passato e promettendo di inviare l’esercito americano se i democratici non riusciranno a fermare la rivolta. Trump ha messo i militari in allerta  per dispiegare proteste civili. Mantiene il potere dividendo le persone lodando i manifestanti armati che hanno chiesto la riapertura dell’economia nonostante la pandemia e chiamando i “manifestanti” dei manifestanti disarmati contro la violenza della polizia.

Venerdì, la Casa Bianca ha bloccato l’avviso di sicurezza a causa delle proteste. Trump ha risposto chiamando i manifestanti MAGA per venire alla Casa Bianca. Non sono arrivati ​​ma le proteste alla Casa Bianca hanno continuato ad aumentare.

Sia i repubblicani che i democratici sono responsabili dell’attuale ribellione. Joe Biden si è descritto come un ‘legge e ordina’ un democratico dall’inizio della sua carriera. Fu l’ architetto principale dell’incarcerazione di massa federale dei neri e contribuì ad aggiungere centinaia di migliaia di poliziotti con attrezzature militarizzate alle comunità urbane. Fa corte ai sindacati di polizia che difendono i poliziotti assassini. E Biden si  oppose all’integrazione delle scuole.

Il fallimento della leadership continua a livello statale e locale con politici strettamente legati all’Ordine di polizia fraterna, che difende in modo aggressivo la polizia che uccide i civili. Ogni città può indicare una serie di omicidi di polizia senza procedimenti giudiziari o assoluzioni e poche condanne. Minneapolis è una città con una lunga storia di violenza poliziesca basata sulla razza. In effetti, la violenza contro le popolazioni indigene ha portato alla formazione del movimento indiano americano.  Tne Intercept  riassume alcuni dei casi:

  • Nel 2015 la polizia ha ucciso Jamar Clark, un uomo di colore di 24 anni. Le proteste sono durate due settimane ma non hanno portato ad alcun procedimento giudiziario.
  • Nel 2016, Philando Castile, un automobilista nero di 32 anni, è stato ucciso in un sobborgo di Minneapolis. Seguirono più di due settimane di proteste e due anni dopo fu assolto l’ufficiale.
  • Nel 2017, Justine Ruszczyk, una donna bianca di 40 anni, si è avvicinata a un’auto della polizia di Minneapolis per denunciare un attacco sessuale. L’agente di polizia, Mohamed Noor, che le ha sparato e ucciso, è stato  condannato a 12 anni di prigione e alla sua famiglia è stato assegnato un insediamento da 20 milioni di dollari.
  • Nel 2018, le riprese del corpo macchina hanno mostrato la polizia di Minneapolis che insegue Thurman Blevins, un uomo di colore di 31 anni, e lo spara a morte. I pubblici ministeri si sono rifiutati di presentare accuse contro gli ufficiali che hanno ucciso Blevins.

Le proteste hanno portato ad alcuni cambiamenti ma non hanno risolto il problema. Il denaro è stato speso per le fotocamere del corpo, che raramente hanno avuto alcun impatto. Allo stesso modo, l’allenamento sulla riduzione e la sensibilità razziale ha fatto poca differenza.

Negli ultimi sei anni, le città hanno aumentato i finanziamenti per i dipartimenti di polizia a spese della salute, dell’istruzione e di altri programmi urbani sottofinanziati. Invece di fornire alle persone le necessità, il governo ha fatto affidamento sul controllo delle comunità trascurate con una forza di polizia occupante. Alcuni poliziotti sono persino addestrati dagli occupanti israeliani.

Anche nel mezzo di una pandemia e di un collasso economico, il governo non può dare alle persone l’accesso alle cure sanitarie, proteggere il loro lavoro, sospendere gli affitti o controllare i prezzi dei prodotti alimentari. Come scrive Rosa Miriam Elizalde nel suo confronto tra gli Stati Uniti e Cuba, la differenza è una questione di valori. Il governo degli Stati Uniti spende oltre il 60 percento del bilancio discrezionale in armi e guerra. Non dovrebbe sorprendere il fatto che il governo abbia agito più rapidamente per reprimere le persone con polizia militarizzata, migliaia di truppe della Guardia Nazionale e coprifuoco di quanto abbia fatto per proteggere le loro vite quando sono iniziate la pandemia e la recessione.

La riforma non è abbastanza: respingi la polizia, dai il controllo alle comunità, costruisci alternative alla polizia

Il paese deve approfondire le attività di polizia. Il maggiore della polizia in pensione, Neill Franklin , direttore esecutivo del Law Enforcement Action Partnership, ha dichiarato all’Intercept:  “Abbiamo bisogno di un nuovo paradigma di polizia negli Stati Uniti. Deve essere completamente smantellato e ricostruito, non cambiando una politica qui o là. “

Il gruppo di Minneapolis, Reclaim the Block,  scrisse una dichiarazione in cui  chiedeva al consiglio comunale di rimborsare il dipartimento di polizia. La scorsa settimana hanno presentato quattro richieste al consiglio comunale:

  1. Non votare più per aumentare i finanziamenti della polizia.
  2. Proponi e vota per un taglio di $ 45 milioni dal budget di MPD mentre la città risponde alle carenze previste di COVID19.
  3. Proteggere ed espandere gli attuali investimenti nelle strategie di salute e sicurezza guidate dalla comunità
  4. Fare tutto ciò che è in loro potere per costringere MPD e tutte le forze dell’ordine a cessare immediatamente di attuare la violenza sui membri della comunità.

Questa è un’agenda che ha senso per le città di tutto il paese. Un  movimento in crescita  richiede il fallimento dei dipartimenti di polizia. È evidente che il modo per ridurre la violenza della polizia è di finanziare approcci alternativi di non applicazione della legge alla risoluzione dei conflitti, alle strategie di sicurezza e alla salute mentale, nonché di investire in comunità trascurate.

Un altro movimento in crescita richiede il controllo democratico da parte della comunità della polizia, dove le comunità eleggono un  Consiglio di responsabilità civile della polizia  (CPAC). La differenza fondamentale tra questo e i consigli di polizia civili è che il Consiglio di responsabilità è eletto democraticamente non nominato dal capo della polizia o dai politici che sono alleati con la polizia. Neill Franklin sollecita una banca dati nazionale di funzionari chiusi per cattiva condotta in modo che non vengano assunti da altri dipartimenti di polizia.

Il New York Times riferisce che “nel 2012 il consiglio civile di Minneapolis è stato sostituito da un’agenzia chiamata Office of Police Conduct Review. Da allora, più di 2.600 denunce di cattiva condotta sono state presentate da membri del pubblico, ma solo 12 hanno comportato la disciplina di un ufficiale. ” La censura più grave è stata solo una sospensione di 40 ore. Derek Chauvin, che ha ucciso George Floyd, ha almeno 17 denunce di cattiva condotta, nessuna delle quali ha fatto deragliare la sua carriera, in quasi due decenni con il dipartimento di polizia di Minneapolis.

Chauvin fu coinvolto nelle sparatorie mortali nell’ottobre 2006 quando il senatore  Klobuchar  era procuratore distrettuale di Minneapolis. Invece di perseguire Chauvin, ha inviato il caso a una giuria che ha rifiutato di accusare Chauvin. Nel 2011, Chauvin è stato coinvolto in una sparatoria di alto profilo di un nativo americano. Fu messo in congedo amministrativo ma fu reintegrato nella forza quando non furono presentate accuse. Se esistesse il controllo democratico della polizia da parte della comunità, è molto probabile che Chauvin sarebbe stato rimosso come ufficiale di polizia e George Floyd sarebbe ancora vivo.

Il supporto per il cambiamento sta crescendo. I conducenti di autobus si sono rifiutati di trasportare manifestanti arrestati per la polizia a Minneapolis e New York. Payday Report ha scritto che  i leader dei sindacati di transito in tutta la nazione stanno ordinando ai membri di non collaborare con la polizia per arrestare i manifestanti. E le università stanno lasciando cadere i loro contratti con il dipartimento di polizia di Minneapolis.

Le proteste continuano a livello nazionale. Finora l’escalation della violenza della polizia e l’uso della Guardia Nazionale non sono riusciti a fermarli. Il governo può usare i militari, sebbene per legge ci siano delle restrizioni. Ci saranno sforzi per pacificare le proteste dei leader politici e delle organizzazioni no profit che cercheranno di assumere la direzione. Questi devono essere respinti.

Per ottenere i cambiamenti di cui abbiamo bisogno, le persone devono rimanere nelle strade e collegare i problemi che affrontiamo alla richiesta di cambiamenti sistemici. Avremo bisogno di sostenerci a vicenda come fanno molti distribuendo cibo e fornendo assistenza medica, supporto in prigione e rappresentanza legale. Esortiamo le persone a incontrarsi nelle assemblee per discutere quali sono i loro obiettivi, la loro visione di come le comunità potrebbero essere organizzate in modo diverso e quali azioni possano intraprendere. Dobbiamo creare fiducia l’uno nell’altro che possiamo lavorare insieme per il futuro che vogliamo. Ecco come ci arriveremo.

*

Nota per i lettori: fare clic sui pulsanti di condivisione sopra o sotto. Inoltra questo articolo alle tue mailing list. Crosspost sul tuo sito blog, forum internet. eccetera.

Kevin Zeese e Margaret Flowers co-dirigono Popular Resistance dove questo articolo è stato originariamente pubblicato.

Tutte le immagini in questo articolo provengono da Popular Resistance se non diversamente indicatoLa fonte originale di questo articolo è Global ResearchCopyright © Kevin Zeese e Margaret Flowers , Ricerca globale, 2020

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.