Mentre cerchiamo di campare come si può, il senso della ragione ci saluta e va in ferie!

Di Gianni Gatti

Potrebbe essere il titolo di un libro. La paranoia della comunicazione legata da schemi ed algoritmi replica se stessa in ogni dove, ma salta il punto del giudizio di merito.

La propaganda del SI o del NO sul referendum è davvero poco edificante con enormi bug esplicativi, anzi spesso chi è per il sì ti dice vota così perché il tale vota No e lo stesso viceversa. senza argomentare, senza entrare davvero nel senso della proposta farlocca del referendum

Ma di cosa stiamo sproloquiando ?

Non c’è nessuna legge accettata dai partiti e tanto meno discussa fra la gente che motivi un cambiamento concreto. Le conseguenze del D.L. con cui si presenta il referendum fa capire che se vince il sì al taglio circa 300 saranno cancellati alla prossima tornata elettorale, con sbarramento al 5% diversamente non succederà nulla.

Ma dov’è il cambiamento che se invertiamo il ragionamento significa: se vince il NO rimane tutto come adesso?

Stessa musica, sono entrambi figli della stessa propaganda senza argomenti, ideologia di schieramenti, peggioramento della capacità di critica motivata.

Vuoi fare un cambiamento vero?

Apri un dialogo con la gente, con i militanti ovunque e proponi una legge di riforma elettorale complessiva che entri nel merito di cosa devono fare o non fare gli eletti, crei condizioni di uguaglianza di comportamento, tolga la possibilità di compravendita da mercato delle vacche di parlamentari, ragioni sui numeri davvero utili per il lavoro con senso dei vari iter e per cosa (commissioni e altre rappresentanze), metta condizioni paritarie di critica e di sostegno a proposte di legge. Una riforma così non possono farla quattro sgarrupati di presidenti di partito, deve partire da un incrocio di competenze e da un dibattito sinergico ampio e lungo, poi si trovano compromessi ed accordi fra maggioranze, la regola base è questa.

Dove avete visto questo svolgimento ? NON C’E’, semplicemente, tutti danno per scontato che ci sia per “supposizione”. Intanto vota come ti dico e poi cambierà, fidati!

E vogliamo parlarne dei fedeli nel tempo di ogni gruppo?

Non c’è un partito che abbia mantenuto quello che diceva anche solo due/tre anni fa alla luce dei fatti ed è colpa degli “altri”ovviamente, con un refrene sgradevole per chi da due anni conduce la storia.

Il tentativo fra Si e NO è anche quello di mascherare la loro disgregazione che va di pari passo col verticismo pragmatico in cui sono coinvolti tutti dal PD al M5S al CDX.

Il PD era quasi sciolto e le sirene cantate dal movimento lo hanno rivitalizzato nella chiamata a correo, non perché lo dico io, ma perché basta avere occhi e orecchie. Poiché sono scissi in mille diverse bande si sono armate delle idee non comuni ma simili sul capitalismo finanziario, quelli delle imprese a prescindere a cui dare sostegno, quelli del PIL, del lavoro senza discutere condizioni, reddito ed impatto ambientale, quelli che fanno soffoco sulle rotelle dei banchi ma non c’è un mtq di spazio in più rispetto a sei mesi fa, quelli che assumiamo insegnanti ma a scuola iniziata ne manca 60/70.000 e via così.

Quelli che il punto sul lockdown lo fanno con numeri a buzzo continuo, leccandosi da soli per la bravura dimostrata parlando di emergenza di ritorno colpevolizzando giovani e negazionisti, ma non hanno cambiato di un millimetro l’impegno concreto sanitario. Lo vede ogni giorno chi ha necessità non di curare il Covid-19, ma chi ha patologie diverse mediche e continua a disperarsi con telefoni ai CUP, con la caccia a medici che sono introvabili nella parte pubblica e si aprono come burro quando fai luccicare la moneta nel privato.

Ed al M5S cosa è andato storto con una marea proporzionalmente degli stessi eletti che prendono distanze, si oppongono in oltre 50, mentre circa 30 vanno fra gruppo misto e altre campagne acquisti oltre al completo distacco dai territori e la separazione netta fra militanti in assenza di una possibilità di “stati generali”, di banale dialogo interno democratico. Dialogo sempre rinviato dall’elevato e oggi pure mugugnato dal Davide Casaleggio perchè la gioiosa macchina da guerra della Fondazione Trouffeau non si può più automantenere perchè molti deputati non versano più la quota in aperto contrasto(ci saranno anche gli opportunisti certo) di linea politica e mancanza di democrazia.

Un manipolo di vertice gestisce il tutto, come contropartita per rimanere a galla pena esplosione del partito. PD(e satelliti) e M5S hanno bisogno assoluto uno dell’altro non per cambiare davvero la società, ma per non scomparire nel confronto con il CDX . UNO perchè forse ha da tempo sposato le idee liberiste di fondo del Berlusca con Renzi e lo Zinga assieme a Calenda, l’altro perché non ha più forza elettorale sui territori per scelta colpevole e quindi di estrema debolezza politica e senza organizzazione strutturata.

Personalmente con tutta la coscienza del caso, voterò NO

Solo perché chi lo propone in un ottica di depistaggio e senza nessuna consequenzialità pratica mi martella ogni giorno di farlo, ma non è una ripicca ideologica, sapendo che alla fine se anche vince il NO saremo da capo, ma almeno la responsabilità di questa scemenza politica potrà creare qualche scompiglio fra le file dei “fedeli” che sarebbe già un gran risultato.

Poiché della qualità delle persone elette, delle regole di ingaggio che farebbero davvero differenza non c’è traccia. Non cambierà il mondo per questo, qualunque sia l’esito, ma crolleranno equilibri, cambieranno certezze e, dove c’è disordine, ci sono possibilità di migliorare la situazione della battaglia sociale più aperta che mai sui temi veri della vita.

Gianni Gatti

Savona , 15/09/2020

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.