Facciamolo completo il discorso sull’energia

04/03/2021

Riguardo alle ultime dichiarazioni della dx istituzionale dopo visita agli sponsor della Tirreno Power e delle controdeduzioni dello stesso Sansa consigliere regionale del PD.

A me sembra ancora un discorso molto politichese e non completo, caro Sansa e lo dico per la stima personale che ho della tua onestà, ma mi pare tu sia malconsigliato.

Ridurre il tema centrale a gas si o no, all’unico argomento dell’impatto nocivo sulla salute dei cittadini (che è reale intendiamoci) è encomiabile, ma insufficiente. Perchè?

1) Non è vera la necessità di produrre energia( i numeri lo dicono non opinioni) dei media, basta informarsi su dati ufficiali.

2) Cos’è la democrazia se non è anche energetica come recita la direttiva 20.20.20 dell’EU, cioè basta concentrazioni di produzione di energia nelle mani di aziende private che poi stabiliscono prezzi perpetui in salita sulle bollette?

3) Ci sono oggi decreti di incentivi per aumentare l’efficienza immobiliare e aziendale, anche pubblica RISPARMIANDO energia . Leggi che permettono addirittura in alcuni casi di rendere a costo zero interventi e con l’usufrutto perpetuo del lavoro ai cittadini-utenti con beneficio economico e personale oltre che ambientale

4) chi oggi parla di energia deve avere una visione di un mondo che cambia, dove le concentrazioni di potere sono pericolose e dannose. Salvare l’ambiente circostante è salvare le persone da aspetti di clima alterato che influiscono sulla salute ma anche sugli aspetti conflittuali fra persone, sui territori

5) Le fossili sono ovunque decretate materia morta nelle scelte d’uso a parole, ma ancora alimentano ricchezze enormi dei soliti noti con danni collaterali irreversibili.

6) Il tema costi /ricavi così caro a molti baciati dallo stesso virus del profitto e della fede nel PIL è fuorviante e non realistico pragmaticamente perché limita a numeri effetti complessivi che influenzano la società complessiva ed i cittadini in mille modi non direttamente collegati ai metodi di produzione . Per capirci un analisi costi /ricavi da una centrale a gas è una anomalia in termini poiché i margini non vanno mai, dico mai ad abbassare costi bollette, mentre tutti gli effetti sulla salute sono pubblici (a carico di…) e sulla concentrazione di potere decisionale che è controllato solo da ARERA che è un ente privato su assetti pubblici. Inoltre l’uso delle fossili come il gas presuppone il mantenimento di guerre di rapina oggettiva su paesi proprietari, da cui si ricavano solo migrazioni bibliche da smaltire.

7) spesso assistiamo a balletti fra dx e sx a parole nemiche, ma nei fatti con concezioni di salviamo cmq il profitto che è il motivo del …parliamone possibilista perché dà lavoro(vedi Arboscello e altri)

8) rimuovere dall’interno delle istituzioni comunali e regionali aspetti di inefficienza e burocrazia tecnica, ma anche finanziaria sull’applicazione dei vari decreti incentivanti deve essere il live motive di chi ancora ha un minimo di criterio sociale

9) costruire modelli sociali diversi nelle città e nei paesi, fra piccoli borghi consorziati con COMUNITA’ ENERGETICHE di quartiere o di località omogenee.

Nota # E’ ovvio che qui è localizzato un discorso su Savona -Vado Ligure dove la Tirreno Power vuole installare una nuova centrale a gas metano, ma estrapolando i concetti vale per tutta Italia.

Gianni Gatti

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.