L’ipocrisia è un potere potente e avvolgente

E i media, si coprono di ridicolo vestendola come fosse festa sul tema Afganistan.

Non so voi, ma personalmente ne ho anche basta di sentire varie caricature istituzionali o talk show che ne parlano senza connessione reale, senza storia pragmatica raccontata.

I fatti dicono che dopo l’accordo pilotato dai generalissimi USA (prima su ordine di Trump e poi di Biden) hanno trascinato tutti i partecipanti al banchetto, fuori da quei confini con coda di morti e di effetti devastanti per chi con loro ha collaborato, temendo ritorsioni.

L’esercito ben armato e addestrato ha buttato subito le armi o si è schierato dalla parte dei talebani o comunque non si è opposto.

Domanda banale: perchè?

Per quale governo o interesse di massa avrebbero dovuto farlo?

Ghani (primo ministro) ha preso il volo su aerei americani assieme alle sue proprietà come molti che con lui governavano per conto di….

Non c’è mai stato un vero governo nazionale afgano che rappresentasse davvero gli interessi di quel difficile popolo da decenni occupato e preda di eserciti stranieri o di signori della guerra, che fa figo definirli così, ma erano i signori della DROGA, dei traffici fra confini di varie materie prime, di armi e altro.

Mai, gli americani ed i paesi NATO partecipanti (Italia compresa) hanno davvero demolito quell’organizzazione criminale, anzi se ne servivano a seconda delle occasioni per fini speculativi, così quel sistema per metà tribale e per metà molto moderno si è affinato ed oggi il 90% del mercato dell’eroina parte da li direzione …il mondo!

Questo popolo che è riuscito per tanto tempo a sopravvivere in condizioni naturali davvero ostili e difficili non ha mai avuto altro che divisioni, segmentazioni tribali, riduzioni a gruppi frazionati e ognuno doveva provvedere a se stesso lavorando o commerciando o combattendo. La NATO e l’occidente hanno solo favorito la destrutturazione istituzionale attraverso la corruzione e accordi segreti.

Anni fa lessi un libro di una giovane svizzera, giornalista lesbica che negli anni 70 viaggiò molto e visse anche in paesini sperduti in Afganistan con la sua compagna raccontando della capacità di sopravvivenza di quella ostinata popolazione che strappava la vita con le unghie e con i denti.

Vero manifesto della tolleranza e della capacità di relazionarsi con stranieri diversi.

Nel tempo la guerra è diventata un lavoro ed entrare nell’esercito un modo per campare sicuro anche se non era chiaro per chi o per cosa si battevano.

La sbandierata democrazia dell’occidente ha dato la prova di quello che è: una montagna di m……

Mascherando qualche aiuto interessato e il sostegno selettivo agli amici all’interno di quelle sgangherate istituzioni che adesso in ordine di importanza fanno fuggire ma nessuno vuole accogliere. L’autodeterminazione dei popoli è una barzelletta di Altan…

Hanno esportato la democrazia occidentale ?

Andate a vedere com’è in Afganistan la raccolta dei rifiuti, come sono i trasporti pubblici, la gestione dell’acqua in quella regione più preziosa e rara che altrove, dell’energia, come è la sanità (togliete Emergency e alcune altre Onlus e avrete il vuoto), come le madrasse hanno continuato la loro azione d’istruzione delegata a teologi moderati, come le donne hanno continuato a non avere voce nonostante il coraggio dimostrato da molte nell’arrivo dei talebani.

Non hanno neppure bonificato tutte le zone con mine anti-uomo(molte prodotte in Italia)ancora sepolte, che hanno prodotto schiere di uomini/donne e bambini senza gambe con protesi.

A cosa avrebbe dovuto opporsi quello sgangherato esercito e per chi, dato che i responsabili sono evaporati senza pensarci un attimo?

Si sono rotti i cabasisi di spararsi addosso senza una vera scelta, un obiettivo. Fai una guerra se cè da difendere un idea, un progetto, una identità e li, ormai hanno rubato proprio quello:il futuro!

Mi viene il sangue in testa quando sento il ministro degli esteri Di Maio degno compare dell’ammucchiata dei migliori vantarsi di farne fuggire dall’Afganistan 2.500.

Li hai messi anche tu in quelle condizioni, colpevole senza ma e senza se, perché un conto è fare i magnifici a parole, poi adeguarsi con l’atlantismo di cui è innamorato.

Il viceministro Manlio di Stefano addirittura cita una mozione contraria all’intervento in Afganistan del M5S anni fa, per dire noi lo abbiamo detto… ma poi lo hanno fatto. Chi è più colpevole di un bugiardo seriale compromesso che partecipa e collabora con quella occupazione? IPOCRITA!

Alla fine vincono cinesi e forse russi almeno fino a quando con il commercio e prestiti internazionali potranno penetrare senza cambiare altro che la loro condizione di impresa senza altri che un padrone unico(il loro governo) che ormai ha aspetti globali commerciali senza ostacoli.

Cosa contano i singoli afgani, le donne, i mutilati di fronte ad interessi così vasti, a forze così potenti e violente militarmente, in cui la salvezza è di individuo se va bene e non di popolo

Come vi immaginate un pastore afgano in Europa, per esempio, possa muoversi senza nessuna possibilità economica e senza radicamento come ormai a milioni (si dice 70 milioni in fuga dalle proprie terre) sono i migranti ?

Senza speranza erano lì in balia dei vari corpi di marines e dei talebani estremisti, ora di città e paesi già spremuti dalla crisi e dall’epidemia che spegne ogni futuro.

Ma è utile ricordare le cause e l’origine di chi ha prodotto tutto questo, che nulla ha a che fare con le “Torri Gemelle” che tra l’altro, fra gli autori, non avevano neppure un Afgano, ma arabi, del Qatar, egiziani, libici, ecc.

Gianni Gatti

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.