Che cosa vogliono i giovani dalla politica e cosa vogliono i politici dai giovani ?

Dal blog di YOUTH. RISE UP!

Ho 22 anni e sono uno dei tanti figli della crisi; quelli a cui si diceva che il diploma delle medie non valeva niente, che il diploma non valeva niente, che la triennale non vale niente e via dicendo. Non ho mai avuto un debole per la politica ma non l’ho mai ignorata e devo dire sinceramente che l’unico motivo per cui questo sia accaduto è stato grazie a Di Battista; non tanto grazie alla sua forza politica ma alla passione che mi trasmetteva. Successivamente fui poi incantato dalla retorica 5 stelle e ne sbandierai le idee fino ad 1 annetto e mezzo fa. Poi mi defilai dalla “scena” e iniziai a guardarmi realmente intorno, sopratutto ad ascoltarmi intorno e mi accorsi che fosse davvero difficile ottenere un confronto sensato con qualcuno in materia perché ogni volta che si parla di politica di sbuffa tra di noi: come se ci annoiasse anche non saperne niente. Ma come mai? Me lo sono sempre chiesto e mi sono detto che così come la politica sia ignorata dagli studenti così gli studenti sono ignorati dalla politica. Semplice. L’istruzione in questo paese avrebbe bisogno di un ripiglino. Possibile non se ne parli ? Possibile dover scegliere i licei e

le istituzioni di secondo grado in generale a 12-13 anni come 50 anni fa? Possibile che la scuola alternanza lavoro sia un obbligo alle superiori e non una possibilità per le università per ramificarsi nel mondo del lavoro e offrire invece che un banale part time, che al posto di rendere più facile la vita dello studente-lavoratore, gli rende il processo ancora più deleterio portandolo alla fine a rinunciare ad un buon percorso di studi?

Come può pensare la politica di intaccare nel mondo giovanile con continui scandali e odio sputato nelle direzioni opposte? Noi viviamo in quel marasma di scandali da social ormai da 6-7 anni e non fanno altro che annoiarci così come i soliti slogan sparati a destra e a manca dal personaggio carismatico di turno.

La politica deve capire che quando parla di lavoro per noi parla di istruzione senza parlare mai realmente di istruzione; e per quanto tu possa impegnarti non puoi stare a sentire qualcuno che non arriva mai al punto: dopo un po’ ti alzi e te ne vai. Non ho altro da dire. Per ora

4 Comments

  1. Condivido il tuo pensiero e mi rammarico ogni giorno di più per una totale mancanza di progettualita’ e penso che non solo non vi sia attenzione per l’istruzione dei giovani che sono il domani, ma c’è una ricerca e una volontà a impoverire e appiattire la nostra cultura in ogni campo.

    Piace a 1 persona

    1. Io ho fatto il blog in chiave “politica” ma anche perchè la superficialità e l’appiattimento dei social sono la negazione di salti culturali . Quando un articolo fa più di tre righe fa venire il mal di testa , quindi approfondendo temi di vario genere faccio oggettivamente selezione . Ho più di duecento articoli sul blog , alcuni miei e la maggioranza di altre persone o giornalisti ,ecc con cui a volte non concordo del tutto . Insisto a cercare discussione , non per avere ragione , ma credo solo col confronto si esce da schemi precostituiti . Una battaglia aperta è sempre arricchimento a mio giudizio

      Piace a 1 persona

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...