LA SEDUZIONE

dal blog https://massimobotturi.wordpress.com/

 

Volete una granita al limone, signorina?
Mica i tacchini di adesso, che eleganza
che gesti delicati con mani da lavoro.
Mettevano un po’ timide la catenina in bocca
allora lo capivi che le ragazze in fiore
potevano ascoltarti le ore, là sedute
su una cadrega in paglia sotto una lampadina.
La mia cugina prima era pallida, un po’ ossuta
faceva dei gran bagni di luna là alla bassa
con tutta la rugiada ai capelli e un po’ di cipria
sui brufoli a nasconderli all’uomo.
Poi tornava
toglieva la sottana nell’ombra al camerone
credendo noi dormissimo duri.
Poi, piegata, lasciava un po’ di miele di donna all’orinale.
La notte ci sembrava che gli alberi là fuori
venissero con passi di lupo sopra i vetri;
un vento di tempesta le volte soccorreva
i campi moribondi di sole, e i nostri anni
di labbra insanguinate e di inguini pelosi.

1 Comment

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.