Cina: il vero volto di Xi Jinping vissuto attraverso il dramma della censura real time.

dal blog  https://geopoliticalmind.com

I media Europei lo hanno dipinto come un innocuo simpaticone, sempre cordiale ed innocuo, amico delle caste, delle lobby e di organizzazioni opache incaricate di diffondere con ogni mezzo ed ogni costo il verbo cinese nel mondo al fine di stabilire un Nuovo Ordine Mondiale Cinese.

Come la stampa occidentale ha cercato di rendere familiare e pacifica l’immagine del presidente accostandola ad un cartoon al fine di agevolarne l’accettazione da parte degli europei che iniziavano da tempo ad individuare nella cina la responsabilità dell’inflazione salariale. Tuttavia l’operazione di marketing non è stata ben accetta in cina la quale ha disposto la censura di Winnie the Pooh sulla rete internet cinese. Incredibile ma vero. Link Youtube servizio TV

image1-e1500403349403

Membro della confraternita e finanziatore dell’ Ordine del Partito Democratico Mondiale con il quale condivide princìpi etici ed ideali sociali che Xi Jinping si preoccupa elargire generose donazioni alle fondazioni democratiche in cambio di aperture commerciali, leggi favorevoli e di chiudere ogni tanto un occhio sulla svendita di quale azienda strategica.

Tuttavia il teatrino non ha retto, e nonostante i potenziamenti enormi ai sistemi di controllo sociale, la maschera del dittarore cinese è caduta, svelando il vero volto dell’oppressione in corso in cina e la costante violazione dei diritti umani fondamentali.

Ecco dunque chi sono i fautori della globalizzazione ai quali vogliamo aprire le porte di casa nostra ed accoglierli nei nosti mercati senza restrizioni, senza regole, per una società aperta – Open Society.

La polizia cinese arresta e fa sparire il professore universitario durante la trasmissione radiofonica del programma VOA.

美国之音中文网

@VOAChinese

美国之音 8月1日在讨论 的话题直播期间,节目嘉宾之一、山东大学退休教授 被当地8名警察破门而入,阻止他发言。经过现场一番激烈争执,孙教授仍回答了主持人的两个问题,但最终被阻断采访。 以下视频是节目直播中的实况。https://goo.gl/tZpAVP 

La polizia cinese ha fatto irruzione nella casa di un professore in pensione della Shandong University, che critica la questione dei diritti umani in Cina mentre esprimeva tramite un’intervista telefonica le sue opinioni sul programma televisivo mandarino Voice of America(VOA), Issues & Opinion.

VOA Mandarin ha tentato di raggiungere il professor Wenguang Sun dal cellulare e WeChat, una popolare piattaforma di social media, poiché è stato rimosso da casa durante la trasmissione del mercoledì sera. Il professore, che vive a Jinan, la capitale della provincia dello Shandong della Cina orientale, non ha risposto. Fonti di Shandong hanno detto al VOA che era agli arresti domiciliari.

“Ho il diritto di esprimere la mia opinione: questa è la mia libertà di parola”

Sono state le ultime parole del professore ascoltate nello show via telefono. Yibing Feng, corrispondente di VOA a Pechino, ha chiamato il Dipartimento di informazioni del Ministero degli affari esteri della Cina per un commento, ma il telefono cellulare aperto al pubblico è stato disattivato e la rete fissa non ha ricevuto risposta.

Feng ha anche contattato il dipartimento di pubblica sicurezza dell’Università di Shandong e la stazione di polizia di Shanda Road dell’ufficio di pubblica sicurezza di Jinan. Nessuno dei due commenterebbe. “Mentre i dettagli su questo incidente non sono ancora confermati, VOA sta monitorando da vicino la situazione e fornirà un aggiornamento agli spettatori del programma una volta che saranno disponibili ulteriori informazioni“, ha detto in una dichiarazione la portavoce VOA, Bridget Serchak.

Come affermato nella Dichiarazione Universale dei Diritti Umani, ognuno ha il diritto alla libertà di opinione e di espressione, questo diritto include la libertà di tenere opinioni senza interferenze e di cercare, ricevere e diffondere informazioni e idee attraverso qualsiasi media e indipendentemente dalle frontiere” Afferma Serchak.

Parla regolarmente pubblicamente” Il professore “parla regolarmente dei diritti umani cinesi e delle questioni di politica interna ed estera in Cina“, ha aggiunto. Sun è stato invitato ad apparire nello spettacolo di un’ora dal Bo Xu del VOA, che con Yu-Wen Cheng ospita il programma da lunedì a giovedì a serate alterne. Xu, che aveva intervistato Sun per un programma di notizie due anni fa, ha detto che questa è stata la prima apparizione di Sun nello show. L’argomento di discussione di mercoledì è stata la “diplomazia da tiro” della Cina.

Mentre “il professor Sun era in un’intervista telefonica dal vivo da casa sua, ha riferito all’ancora VOA che la polizia locale era entrata forzatamente nella sua residenza e ha chiesto di “terminare immediatamente l’intervista“, ha affermato Serchak nella dichiarazione.

“Quando il professor Sun rifiutò, la linea telefonica venne interrotta in diretta televisiva e gli sforzi successivi di VOA di ricontattarlo successivamente sono stati del tutto inutili”.

Sun è apparso nello show, trasmesso da Washington, DC, con altri due ospiti. Il conduttore del VOA Xu era interessato a intervistare Sun perché aveva scritto una lettera aperta critica a Xi Jinping, il presidente della Cina, alla vigilia del suo viaggio il mese scorso in Africa e nel Medio Oriente.

Nella lettera, Sun ha esortato Xi a smettere di spendere soldi all’estero per aiuti, prestiti e investimenti, dicendo che i soldi sarebbero stati spesi meglio in Cina.

Sun ha anche criticato il governo autocratico di Xi per aver consolidato il suo potere al Congresso nazionale del popolo a marzo. La lettera di Sun ha suscitato scalpore su WeChat e nei media cinesi oltreoceano per le sue implicite critiche al progetto della Nuova Via Della Seta – One Belt One Road –fortemente voluta dal presidente cinese che mira a costruire una rete di trasporti che collega la Cina via terra e via mare all’Asia sud-orientale, all’Asia centrale, al Medio Oriente, Europa e Africa .

“Divertiti con i paesi africani” Nello show, ha detto Sun, Xi “vuole fare amicizia con i paesi africani, e non è su quello che siamo contrari, ma ci sono molte altre cose da tenere in considerazione: la Cina ha una popolazione enorme, e ci sono ancora così tante persone che vivono in condizioni di indigenza. È necessario considerare la propria capacità economica quando si fornisce per gli altri. Se non si ha effettivamente la capacità di adattarsi alla scala delle priorità che si sta tentando di realizzare, sarebbe sufficiente limitarsi al non fare”.

Sun ha detto in diretta: “Ci sono così tante persone che vivono in povertà in Cina, alcune troppo povere per vedere un medico, alcune troppo povere per avere pensioni dopo il pensionamento e alcune troppo povere per andare a scuola.

Si sceglie ancora di buttare soldi in altri paesi, il fallimento interno è quasi garantito” Secondo una trascrizione dell’intervista, mentre Sun continuava, ha informato il pubblico che sei poliziotti stavano cercando di entrare da lui.

Si sentiva urlare contro di loro, “Cosa? Ho detto qualcosa di sbagliato? Hai sentito che ho detto qualcosa di sbagliato? Così tanti cinesi sono ancora poveri e non dovremmo buttare i nostri soldi in Africa”.

Poi Sun ha detto al pubblico che erano comparsi altri due poliziotti e ha continuato la sua intervista, dicendo “Il lancio di denaro in giro non sta avvantaggiando il nostro paese e la società …” La polizia lo interruppe a questo punto, e Sunpotrebbe essere sentito dire al presentatore del VOA: “Poiché avevo in programma di essere nella tua tavola rotonda, [Xi] ha appena ordinato a sei poliziotti di spaccarmi la porta e costringermi a non fare l’intervista con te, ho afferrato il mio coltello ed ero pronto a combattere personalmente tale intimidazione a qualunque costo.

#geopoliticalmind

Source here.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...