Il NYT trova il “ruolo sproporzionato” degli israeliani nella tratta di esseri umani

dal blog https://www.haaretz.com/

Il NYT identifica sei pazienti sottoposti a trapianto di rene in Costa Rica e tre uomini israeliani che afferma di essere coinvolti nel traffico di esseri umani.

Haaretz  17 Agosto 2014 21:43

La polizia della Costa Rica arresta il dott. Francisco Mora Palma. per gentile concessione di OIJ

Un rapporto domenica nel New York Times fa luce sul ruolo degli israeliani nel traffico internazionale di organi. Attraverso la storia di Ophira Dorin, una donna israeliana di 36 anni, il rapporto dimostra quanto sia facile comprare illegalmente un rene in Israele.

Le autorità costaricane hanno annunciato lo scorso anno di aver scoperto un circolo internazionale di trafficanti di organispecializzato nella vendita di reni a pazienti israeliani e dell’Europa orientale. Il Times ha detto di essere in grado di identificare 11 pazienti – sei israeliani – sottoposti a trapianto di reni a San Jose, così come altri due israeliani che sono arrivati ​​nella capitale del Costa Rica con donatori per procedure che secondo loro non sarebbero state approvate a casa . Il rapporto mette il dottor Francisco Mora Palma, capo della nefrologia presso il grande ospedale della Calderon Guardia a San Jose, al centro dell’operazione in Costa Rica.

Seguendo la storia di Doris, il Times ha identificato tre israeliani che erano coinvolti nel caso della tratta – Avigad Sandler, Boris Volfman e Yaacov Dayan – descrivendoli come “tra gli operatori centrali nell’irraprimibile mercato sotterraneo israeliano di Israele”.

Originariamente Doris si riferiva a Sandler, ma in seguito passò a Volfman dopo che le fu detto che poteva organizzare i trapianti a un prezzo inferiore. Un giorno dopo il loro incontro, Volfman è stato arrestato insieme a Sandler e altri sospettati di traffico di organi in un caso non correlato. Poco dopo, Dorin fu indirizzata da uno dei suoi clienti a Dayan.

Quando ha affrontato il giornalista del Times per spiegare il suo coinvolgimento nel caso, Dayan ha detto: “Aiutiamo le persone”, ma ha rifiutato di elaborare, aggiungendo solo che era stato fuori dal mercato per oltre 18 mesi in quel momento.

In un’intervista telefonica con il Times, Volfman si è descritto come un intermediario che ha accompagnato i pazienti all’estero per organizzare loro l’alloggio, i contatti e gli esami medici. Insistette per non avere mai alcun contatto con i donatori di organi stessi e che spettava ai pazienti scegliere il centro trapianti e pagarli direttamente.

La storia dice che Dorin ha collegato i soldi all’ospedale di San José e alla dottoressa Mora, che poi ha pagato $ 18,500 a un disoccupato di 37 anni per il suo rene. Questo caso è solo una delle migliaia di trapianti illegali che si svolgono in tutto il mondo ogni anno, gli esperti citati nella stima del rapporto.

Dorin ha detto al Times che anche se quello che stava facendo era illegale, dopo cinque anni con una malattia ai reni, sentiva di non avere scelta.

Negli ultimi anni, più di pochi israeliani sono stati citati in rapporti dei media che hanno coinvolto il traffico internazionale di organi, sia in Ucraina , Kosovo , Turchia  o Costa Rica .

Il Times attribuisce il “ruolo sproporzionato” degli israeliani coinvolti nei principali casi di traffico di organi in parte alle restrizioni religiose ebraiche, che mantengono bassi i tassi di donazione in Israele.

Secondo il ministero della Sanità israeliano, meno del 10% della popolazione complessiva in Israele è registrata come donatrice di organi – tra i tassi più bassi tra i paesi sviluppati. Il ministero ha segnalato un aumento della registrazione dopo che la Knesset ha approvato una legge nel 2012 che concede la priorità ai donatori registrati se hanno mai avuto bisogno di un trapianto. Inoltre, nel 2010, i donatori viventi hanno iniziato a ricevere un risarcimento di diverse migliaia di shekel, che potrebbero aver contribuito all’aumento. L’indennizzo è inteso a coprire gli stipendi persi e le relative spese.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.