Una storia a lieto fine: dopo sei anni l’ENI scacciata da Carpignano Sesia, 2,521 anime

dal blog http://dorsogna.blogspot.com/

Eccoci qui, dopo sei anni di battaglie e batticuore, la fine e’ arrivata anche per il pozzo proposto dall’ENI e dalla sua socia minoritaria Petroceltic a Carpignano Sesia, popolazione 2,521 anime.

Il pozzo Carisio non s’ha da fare! 

Sono felice: per questa piccola comunita’ nel verde che ha sconfitto il gigante con caparbieta’ e perseveranza, per il nostro pianeta che cosi ha un pozzo di meno, e per la speranza che questa storia infonde a tutti quelli che non ce lo vogliono proprio il mostro nelle loro campagne, nei loro mari o nei loro monti.

E anche perche’ per una volta parliamo di una storia bella. Un po’ mi commuovo mentre scrivo queste cose, nel mio ufficio, di pomeriggio e in silenzio, perche’ so davvero la dedizione che ci vuole e perche’ il mondo sarebbe migliore se tutti ci impegnassimo cosi.  

In 2500 hanno mandato via una corporazione che trivella da decenni a destra e a manca, dall’Alaska alla Nigeria, con appoggi politici di tanti governi passati, con storie di corruzione,  di scarsa attenzione ai popoli vicino ai loro impianti, ma a Carpignano non ci sono riusciti.

Ora i signori dell’ENI se ne andranno con la coda che gli si attorciglia fra le sei gambe. 

Credo allora che qui un grande grazie, un grande “bravi”, vada al Comitato Difesa della Natura e del Territorio (DNT) di Carpignano che ha lavorato a lungo e con amore. Ci sono stata qui e ne ho parlato varie volte anche quando scrivevo sul Fatto Quotidiano. E’ bello vedere un paese intero che si vuole bene e che non si arrende. 

E credo che ci voglia anche un bravi al M5S e a Davide Crippa che ha fatto si la concessione, in via di scadenza, non sia stata rinnovata.

Grazie. 

Ormai sono tanti anni che seguo le faccende petrolifere e la storia si ripete sempre: le vittorie abbisognano di tempo, sono fatte di passi avanti e di passi indietro, di persone che si scoraggiano ma che poi continuano nonostante tutto. Di persone che cercano di fare qualche cosa ogni giorno con creativita’ ed amore. Di persone che alla fine prevalgono. Da Carpignano al Centro Oli di Ortona, da Sciacca a Bomba, dal parco del Curone ad Arborea, fino ad Ombrina. 

Il mio augurio e’ che tutte le comunita’ d’Italia con lo spettro del petrolio (o di qualsiasi altro mostro ambientale) abbiano la stessa voglia di lavorare, la stessa unita’, lo stesso amore e che sappiano mettere da parte il proprio ego per essere a servizio dell’altro, dell’Italia, del pianeta.
Queste battaglie ambientali, cosi difficili, lunghe e snervanti, possono dare un senso alle nostre vite, e possono farci sentire che abbiamo seminato semi buoni, che siamo riuciti ad elevarci in alto, piu’ in alto dei nostri piccoli egoismi quotidiani, e verso quell’ad majora a cui in un modo o nell’altro tutti aneliamo. 

Tanti auguri Carpignano Sesia!

—-

Carissima e Chiarissima Maria Rita,

è passato un pò di tempo dagli ultimi messaggi intercorsi, anche se ho notizia degli scambi di informazioni con  Dora, nostra responsabile per la comunicazione.

Ti volevo augurare innanzi tutto un buon anno, che per noi, proprio nei giorni della Befana, è stato di grande felicità.

Nè carbone ,nè petrolio dunque. Pare che il pozzo esplorativo Carpignano 1 dir del permesso Carisio abbia cessato di esistere ( vedi allegato ).

Oltre agli auguri un enorme ringraziamento, mio personale e di tutto il Comitato DNT di Carpignano Sesia che ancora mi sopporta e rappresento.

Come tantissimi che si sono adoperati alla causa, la tua altissima professionalità, il tuo altruismo, ci sono stati di enorme aiuto nel condurre la nostra battaglia. Noi ci credevamo, ci abbiamo sempre creduto, anche nei momenti in cui  le forze in campo davano le nostre possibilità di successo ridotte ad un’esile speranza. Pensare di dover contrastare un colosso come eni da molti era ritenuto impossibile. Ma siamo andati avanti, passettino per passettino, a scalare questa montagna. Credo che il tuo insegnamento e la tua personale conoscenza ci abbia permesso di ” rubarti ” un pò della tua caparbietà e della tua tenacia, mettendoli in campo per quasi sette lunghissimi anni.

Ed alla fine ( speriamo ) un EVVIVA !!! A tutti noi

Spero che tutto giri per il meglio anche a te.
Con la speranza ed il piacere di rincontrarci presto ti abbraccio

Marcello Marafante
DNT Carpignano POSTED BY MARIA RITA AT 4:52 PMNO COMMENTS: 

Il MISE blocca 36 concessioni comprese l’airgun nello Ionio-Salento

Il tempo e’ sempre tiranno, ma la notizia e’ buona.

Il governo ha varato  un Emendamento al decreto Semplificazione che porta ad una moratoria di tre anni sulle 36 concessioni ancora in giacenza, comprese quelle nello Ionio – quelle della crociera sismica.
E’ una notizia eccellente. Grazie.
Poche parole per dire cio:

le proteste, lo scandalo, l’arrabbiarsi, il pensare indipendente e’ importante. Occorre essere sempre vigili e non fare sconti a nessuno, anche se li abbiamo votati. Ecco qui, dopo tante polemiche arriva il cambio di direzione. Ed e’ merito del fatto che collettivamente ci siamo arrabbiati.

Al M5S, grazie per avere ascoltato.

Appena ho piu tempo indago di piu’. 

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.