MANDRAGORA

Di Anna De Filpo

Ti ascolterei imperitura voce 
che l’anima accompagni,
in ogni ora tenderei l’orecchio
mescendo al tuo moto il cuore 
mentre sollevi le onde
o placida le muovi.
E, dal tuo abisso, mare,
traggo gli eroi, dei miti il canto, 
dei classici l’incanto,
mentre dipingo anfore
che viaggiano in flotta,
come navi di pirati e di mercanti
sul ciglio dell’andare,
la gola aperta al nuovo, dove, 
sull’orizzonte mi muovo.
Ricerca spazio la mia mente 
e ti ringrazia, divino aere
senza cancelli e rumori, 
soltanto la tua voce cerco, 
che mi sublimi l’ estro e l’ amore.
T’ascolterei, mio mare,
pure dalla finestra della notte,
leggendo nel tuo plasma
ogni romanzo che mi disegni la mente, 
cercando il contrappeso al giorno,
l’ora dipinta sospesa,
mandragora ai labirinti del mondo.

DIRITTI RISERVATI, Anna DE FILPO@@COPYRIGHT. 17/01/2019. Photoweb

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.