Australia: fa cosi caldo che i pesci muoiono nei fiumi, e i cavalli collassano morti

dal blog http://dorsogna.blogspot.com/

Ecco una diversa manifestazione dei cambiamenti climatici in Australia.

Sono stati trovati morti, stecchiti, quaranta cavalli selvatici. Una morte di massa di caldo, presso
Santa Teresa, vicino ad una sorgente di acqua prosciugata, la Apwerte Uyerreme waterhole. 

Altri 50 cavalli sono stati trovati in fin di vita e sono stati abbattuti. 

E’ la prima volta che succede, e non si sa ancora che fare con i corpi dei 90 cavalli morti.Intanto le temperatura continua a mantenersi sui 42 o 43 gradi.

Oltre ai cavalli morti si pianifica di ucciderne altri per evitargli la stessa fine, cioe’ di morire di caldo o di sete o di fame.  Ma la gente e’ arrabbiata, anche se nessuno sa trovare la soluzione.  

Ad Adelaide siamo arrivati a 46.6 gradi centigradi, c’e’ siccita’ e questo pare destinato ad essere il gennaio piu’ caldo della storia. Circa 300 chiamate in pochi giorni al pronto soccorso su bambini che stanno male.

Se uno mette la padella al sole, il cibo si cucina da solo. E’ facile prendere insolazioni, veschiche ai piedi, malori uscendo di casa.  I giardinieri hanno riportato ustioni nel solo prendere in mano i loro attrezzi. Nessuno va a sedersi fuori ai ristoranti.  Le citta’ sono deserte. Agli Austrialian Open la temperatura raggiunge i 40 gradi. 
Nel Queensland sono stati registrati 40 gradi centigradi per 40 giorni di seguito.

La cittadina di Noona ha fatto registrare la piu’ alta minima del paese: 35.9 gradi centigradi, cioe’ la temperatura non e’ mai scesa sotto tale livello. Erano le 7 del mattino, alle 12 si era a 45 gradi.

A Port Augusta siamo a 48.9 gradi centigradi.
I servizi per gli homeless sono aumentati, e 750 persone incoraggiate a star dentro. 

I pesci muoiono nei fiumi. 

In particolare sono morte centinaia di specie di Murray cod, una specie di merluzzo che puo’ vivere per decenni e arriva ad un metro di lunghezza. Sono morte a causa di una esplosione di alghe proliferate a causa del caldo e dei batteri che li hanno mangiato. Assieme, alghe e batteri, hanno tolto  l’ossigeno ai pesci che sono morti.  Che dire, come sempre: non c’e’ aria condizionata per pesci, cavalli e pipistrelli. E’ tutto l’ecosistema che cambia, che muore.  

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.