RIMANE SOLAMENTE AMARO SALE

di Gianni Regalzi

Ruggisce il temporale, infine spiove.

L’onda violenta addenta e sulla rena
ad ogni impronta nuda porta pena,
ma lentamente schiuma e torna mare.

È giunta a me sulle ali di un miraggio,
mi ha schiuso le sue labbra ed è fuggita.

Anche quel disco giallo appeso a un nulla
lento dapprima, poi rovente sale,
spegne ogni ombra, ma dolente muore.

Rimane solamente, cupo e muto,
quel grigio scuro e tanto amaro sale.

Alessandria, 20 Tammuz 5775 (7/7/2015)
Gianni Regalzi 
(da “Silenzi e Pensieri” dir.ris.) 
(Foto by Web)

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.