Plastic tax: la nuova tassa su bottiglie per l’acqua e imballaggi di plastica

dal blog https://www.ambientebio.it/

Scritto da Caterina Lenti il 21 Ottobre 2019

Indice dei contenuti

Entrerà a regime dal 1 giugno 2020 la plastic tax, misura che prevede una tassa di 1 euro per ogni chilo di imballaggio in plastica utilizzato per il confezionamento di un prodotto.

Così chiamata, a detta del governo, solo in quanto all’insegna della sostenibilità ambientale, entra nella Manovra nell’ambito del patto per l’ambiente, comunicato da governo come uno dei pilastri di questa e delle prossime leggi di bilancio.

Da plastic tax a tassa sull’acqua

La plastic tax, nata come tassa sulla plastica, è finita, in un certo senso, col trasformarsi in tassa sull’acqua.

Difatti, fino a quando l’acqua non sarà obbligatoriamente inserita in bottiglie di vetro, la plastica continuerà a restare il mezzo principale col quale le varie aziende venderanno il proprio bene di prima necessità.

Ad essere colpite dalla plastic tax le bottiglie da mezzo litro, le confezioni da un litro e mezzo e quelle da 2.

plastic tax

Per i cittadini si parla di doppia tassazione

Per i cittadini si parla di doppia tassazione: non basta l’Iva al 22% su un prodotto considerato di prima necessità ma persino una tassa sugli imballaggi e contenitori in plastica monouso, venduti in Italia in svariati posti (stadi, scuole, concerti, fiere,eventi, bar, ecc.).

I proprietari delle attività di ristorazione dovranno servire bottiglie in vetro con un rincaro per i clienti, consumatori finali.

Il parere di Confindustria sulla plastic tax

La plastic tax ha già fatto infuocare Confindustria, secondo cui tale misura non avrebbe finalità ambientali ma, al contrario, penalizzerebbe i prodotti e non i comportamenti.

Secondo essa, rappresenterebbe unicamente un’imposizione diretta a recuperare risorse, ponendo ingenti costi a carico di consumatori, lavoratori e imprese.

Cosa ne pensa Legambiente

La plastic tax, secondo Legambiente, è uno strumento utile ma, a detta del suo presidente Stefano Ciafani, deve essere modulare e non lineare.

Insomma, non andrebbe applicata ai manufatti che provengono da plastica riutilizzata e per quelli fatti da materiali compostabili.

“Dobbiamo penalizzare ciò che non va a riciclo in tutti i settori, dall’automobilistica all’edilizia”, dice il presidente.

L’opinione di Greenpeace sulla nuova tassa

Greenpeace fa i conti e lancia l’allarme. “Se una bottiglia di plastica pesa 9 grammi, facendo un semplice calcolo ci rendiamo conto di quanto la tassazione rischia di rivelarsi inefficiente“, spiega Giuseppe Ungherese, responsabile della campagna inquinamento per l’Italia a ilfattoquotidiano.it.

“Lo scopo dovrebbe essere quello di tassare comportamenti nocivi per l’ambiente e non prettamente fiscale. Per fare questo -aggiunge- la tassa dovrebbe essere accompagnata da una serie di misure che ad oggi nel nostro Paese non sono ancora state adottate”.

Il parere del Codacons sulla plastic tax

La plastic tax rischia, a detta del Codacons, di trasformarsi in una tassa a carico dei cittadini.

Questo perchè le aziende non potranno accollarsi i costi del nuovo balzello che sarà quindi scaricato ai consumatori finali.

Si stima che la plastic tax porterà nelle casse dello Stato circa 1,7 miliardi solo nel 2020.

Il dibattito tra favorevoli e contrari alla plastic tax è alquanto acceso

Resta il fatto che il dibattito tra favorevoli e contrari alla plastic tax è l’alquanto acceso.

E voi cosa ne pensate? Siete dell’opinione che la nuova misura sia un bene, un’ occasione per cambiare abitudini, ritornando alle classiche borracce e a risparmiare o siete dell’ottica che a tassare un bene primario come l’acqua a rimetterci siano solo i cittadini?

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.