TURCHIA E SIRIA

DAL BLOG https://mailchi.mp/1b9932bdc828/turkey-at-war-with-syria?e=2c3973020f

Empires of the Steppes Fuel Erdogan Khan’s Dreams Di  Pepe Escobar , 05 marzo 2020
L’ultima puntata dell’interminabile tragedia siriana potrebbe essere interpretata come la Grecia che blocca a malapena una “invasione” europea da parte dei rifugiati siriani. L’invasione è stata minacciata dal presidente Erdogan anche se ha rifiutato la maldestra “offerta che puoi rifiutare” dell’UE di solo un miliardo di euro. Bene, è più complicato di così. Ciò che Erdogan sta in realtà armando sono soprattutto i migranti economici – dall’Afghanistan al Sahel – e non i rifugiati siriani. 

Erdogan dice a Putin: “Siamo in Idlib per proteggere le persone lì”.Di  Eric Zuesse , 05 marzo 2020
Secondo Middle East Eye, sabato 29 febbraio, riportando sotto il titolo “Erdogan chiede a Putin di farsi da parte mentre Ankara si occupa delle forze governative siriane”, Erdogan ha detto a Istanbul che venerdì 28 aveva detto a Putin (presumibilmente per telefono o alcuni altri mezzi remoti) che “non siamo andati lì [nella provincia di Idlib in Siria] perché siamo stati invitati dal” presidente siriano Bashar al-Assad; ma invece “Siamo andati lì perché siamo stati invitati dal popolo della [Provincia di Idlib] della Siria. Non intendiamo andarcene prima che il popolo siriano dica “okay, questo è fatto”. ” Pertanto, “Erdogan ha affermato di aver chiesto a Putin di lasciare la Turchia” per fare ciò che è necessario “con il governo siriano”. 

Video: le forze armate siriane insegnano la lezione dolorosa del ‘2 ° esercito NATO più forte’ a IdlibDi  South Front , 04 marzo 2020
Unità della polizia militare russa entrarono nella città di Saraqib nell’Idlib orientale dopo la seconda liberazione della città dai terroristi di al-Qaeda e dalle forze turche. Secondo l’esercito russo, lo spiegamento è avvenuto alle 17:00 ora locale del 2 marzo ed era destinato a fornire sicurezza e consentire il traffico attraverso le autostrade M4 e M5. In effetti, i russi arrivarono a porre fine ai tentativi turchi di catturare la città e tagliare l’autostrada M5 in questa zona. 

La Turchia in Siria: un vicolo cieco in una guerra inarrestabile?Di  Tony Cartalucci , 3 marzo 2020I combattimenti nel nord della Siria sono aumentati mentre le forze siriane riprendono gli ultimi bastioni rimasti di militanti finanziati da stranieri e circondano, tagliano e in alcuni casi catturano nel fuoco incrociato i loro sostenitori turchi. La Turchia ha fatto alcuni passi promettenti nella giusta direzione da quando la disastrosa guerra per cambio di regime per procura di Washington in Siria ha iniziato a svelarsi – tuttavia mantiene ancora una posizione problematica all’interno del territorio siriano, sostenendo quelli che sono inequivocabilmente terroristi e ostacolando il diritto sovrano della Siria di recuperare e ristabilire l’ordine all’interno dei propri confini. 

La Turchia chiede alla NATO di unirsi alla sua guerra contro la Siria e la RussiaDi  Eric Zuesse , 02 marzo 2020Il portavoce del partito islamista del presidente turco Tayyip Erdogan ha invitato tutta la NATO ad andare in guerra contro la Siria perché la Siria ha ucciso decine di truppe turche al fine di sconfiggere l’invasione turca e l’occupazione militare della provincia siriana di Idlib, che confina con Tacchino. Andare in guerra contro la Siria significherebbe andare in guerra anche contro la Russia, che è in Siria per proteggere la sovranità della Siria sul proprio territorio. 

La Turchia sacrifica le proprie truppe per proteggere Al Qaeda?Di  Matthew Ehret-Kump , 02 marzo 2020Dopo che 33 truppe turche furono uccise in un’offensiva dell’esercito siriano il 27 febbraio, durante l’attuale campagna sostenuta dalla Russia per liberare Idlib, Erdogan rispose dando la colpa interamente alla Russia e alla Siria, evitando con successo ogni menzione del fatto spiacevole che la Turchia stava proteggendo reti terroristiche radicali non solo in Idlib ma per anni in tutta la Siria. Durante questo periodo, le forze islamiste all’interno della Turchia favorevoli al rovesciamento di Assad hanno tentato di giocare un complesso gioco di geopolitica per il quale sono totalmente non qualificate. 

Turchia e Siria sono in guerra senza una dichiarazione di guerraDi  Paul Antonopoulos , 02 marzo 2020
Sebbene la Turchia abbia sostenuto le forze governative anti-siriane, in particolare le organizzazioni terroristiche come l’ISIS e Al-Nusra affiliata ad Al Qaeda e il Partito islamico del Turkistan, sin dall’inizio della guerra siriana nel 2011, nessuna dichiarazione di guerra è mai stata annunciata tra due paesi vicini. La Russia è stata coinvolta militarmente nel 2015 e il suo intervento ha visto la rapida sconfitta dell’ISIS e il recupero di ampie fasce del paese di nuovo sotto il controllo del governo siriano, nonché un partenariato emergente con la Turchia per discutere della crisi siriana. 

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.