I 10 migliori documentari che dovresti guardare in questo momento

Dal blog https://www.newscientist.com/

1 maggio 2020

Di Simon Ings

Planet Earth II, Blue Planet II, Il nostro pianeta e Sette mondi, Un pianeta

BBC iPlayer, Netflix, SkyGo

Guarda la grande televisione di storia naturale degli ultimi anni narrata da David Attenborough e assisterai a un cambiamento notevole. Il naturalista prediletto preferito da tutti sembra finalmente essersi arrabbiato per lo stato del pianeta e per il nostro ruolo nel suo declino. Il Pianeta Terra II era relativamente ottimista riguardo allo stato del mondo, sebbene i suoi ultimi minuti contenessero un’omelia su vari “problemi”. Blue Planet II è stato più schietto, dichiarando una guerra alla plastica oceanica che ha raccolto molto ritmo ed entusiasmo da quando lo spettacolo è andato in onda per la prima volta nel 2017.

Due anni dopo, e Seven Worlds, One Planet ha visto tempeste generate dal cambiamento climatico antrhopogenico globale che ha fatto esplodere i loro pulcini di albatro. Alla fine, gli scommettitori dell’Unità di storia naturale alla BBC avevano abbandonato la loro ricerca di un “equilibrio” specioso intorno all’emergenza del cambiamento climatico e stavano lasciando che i loro registi e Attenborough dicessero la verità non verniciata sul mondo naturale – o ciò che ne restava .

Ma erano stati sbalorditi: Netflix aveva già reclutato la stessa comunità di produttori, registi e naturalisti per produrre la loro serie, Il nostro pianeta. Questo è sicuramente ciò che la BBC avrebbe dovuto fare anni fa. È costoso, visivamente affascinante e assolutamente ineguagliabile nella sua analisi di dove è diretto il mondo .

Mercurio 13
Rhea Woltman, uno dei Mercurio 13

Mercurio 13

Netflix

Da Amelia Earhart a Tiny Broadwick, le donne hanno un ruolo di primo piano nelle storie di aviazione pionieristica. E quando William Randolph Lovelace invitò donne pilota nel suo progetto di ricerca finanziato privatamente all’inizio degli anni ’60, ottenne il meglio del meglio.

Lovelace era il medico che ha sviluppato i test fisici e psicologici utilizzati per selezionare i candidati per lo spazio. Non aveva dubbi sul fatto che le donne fossero in grado di volare nello spazio e non era solo. La Russia mandò la prima donna – Valentina Tereshkova – nello spazio nel 1963.

Negli Stati Uniti, tuttavia, la NASA si è rivolta a piloti di test militari, tutti maschi, per il suo programma Apollo . Parlando prima del Congresso nel 1962, alcune donne di Lovelace sostenevano che era stato loro impedito di unirsi per motivi di discriminazione sessuale. Il loro caso è stato espulso.

Le  13 donne di Mercurio avevano le cose giuste, avrebbero potuto volare e no. Eppure la loro determinazione a sfruttare al massimo la loro sorte è stimolante. Uno si è insegnato acrobazie aeree. Uno ha co-fondato l’Organizzazione Nazionale delle Donne. E molti – una bella ironia – continuarono ad avere carriere di successo come test pilota.

Icaro
Bryan Fogel, Icaro

Icaro

Netflix

Il trucco di un buon documentario è sapere quando la storia che hai deciso di raccontare non è la metà della storia che ti è appena caduta in grembo.

Il regista di Icaro Bryan Fogel è un appassionato ciclista dilettante ed è stato infastidito dal modo in cui il pilota professionista Lance Armstrong ha costruito la sua carriera sull’uso di sostanze che migliorano le prestazioni . Quindi Fogel decise che avrebbe tentato di ingannare alcuni trofei e di realizzare un documentario sull’esperienza.

Per farlo correttamente, Fogel aveva bisogno di un aiuto esperto, ed è così che si è unito a Grigory Rodchenkov, un pilastro del programma antidoping della Russia e, a quanto pare, un attore chiave in un tentativo decennale sponsorizzato dallo stato per evitare regole.

Una volta esposta, la Russia viene in parte bandita dalle Olimpiadi estive del 2016 (e bandita del tutto dalle Olimpiadi invernali del 2018) e Rodchenkov, trasformato in informatore, fugge negli Stati Uniti, in gran parte grazie a Fogel.

Fogel non si è mai imbrogliato fino a quel trofeo di ciclismo, ma non immagino che sia troppo arrabbiato: Icarus ha vinto una meritata nomination all’Oscar per il miglior film documentario.

I pianeti
I pianeti

I pianeti

BBC iPlayer

Oltre cinque episodi visivamente sbalorditivi, Brian Cox guida lo spettatore attraverso la storia di 4,5 miliardi di anni di collisioni del nostro sistema solare, quasi mancanze e bizzarre armoniche planetarie, un piatto presentato su un letto di geometria diabolica e soffocato in una ricca salsa CGI.

Una volta che riprendi fiato, ti sfido a non rivedere immediatamente i Pianeti . La scienza è forte e gli effetti speciali sono attentamente studiati.

L’impressione del nostro sistema solare di stabilità dell’orologio è un’illusione. Ogni pianeta è stato in un viaggio incredibile, il suo destino, la sua posizione e persino la sua composizione dipendono dall’interazione caotica di forze inimmaginabilmente enormi. La consegna di Cox è un po ‘troppo stagionata per alcuni gusti, ma in questa serie penso che aiuti a personificare i suoi protagonisti rocciosi e impertinenti ovunque possibile. Mercurio, “un embrione strappato dalla sua posizione promettente prima che potesse maturare”, non sembrerà mai più lo stesso.

Pandemia
Pandemia: come prevenire un focolaio

Pandemia: come prevenire un focolaio

Netflix

Come è questo il tempismo? L’anno scorso Isabel Castro ha realizzato un agghiacciante documentario in sei parti sulle influenze passate, presenti e ( suono di allarme qui ) futuro. Ha filmato in tutto il mondo, supponendo che la prossima grande malattia per colpire l’umanità userà la rete aerea per avvolgersi in tutto il mondo in tre mesi o meno.

Ha messo in ombra Syra Madad, la direttrice senior della sanità e degli ospedali di New York City, perché riteneva che i tagli al budget dell’era Trump avrebbero minato fatalmente la preparazione degli Stati Uniti per il prossimo grande focolaio di influenza . Ha trascorso del tempo con Jake Glanville e Sarah Ives, due scienziati che stavano cercando di creare un vaccino antinfluenzale globale one-shot, in modo da poter spiegare perché tali vaccini sono difficili da produrre . (In parte dipende dalla scienza; in parte dipende dall’economia.) E andò in un mercato di pollame in Vietnam, immaginando che questa fosse probabilmente la fonte della prossima pandemia.

Pandemic non appena è arrivato sul servizio di streaming di Netflix, tutto il mondo si è trovato implorato da covid-19 . Ed è una testimonianza della ricerca di Castro che la sua serie, lungi dal sentirsi turbata e irrilevante, rimane una guida preziosa (anche se occasionalmente controfattuale) alla nostra attuale crisi.

Buzz Aldrin cammina sulla Luna durante la missione Apollo 11
Apollo 11

Apollo 11

Netflix

Immagina di realizzare un documentario cinematografico cinematografico da 65 mm sul primo atterraggio sulla luna – e poi rinunciare e archiviare il tutto in un cassetto. Ti prenderesti a calci ora. Guarda cosa ha fatto Todd Douglas Miller delle tue riprese! Lo ha combinato con selezioni da 11.000 ore di audio non catalogato e risale al film originale più restaurato per realizzare Apollo 11 . Con una durata di appena un’ora e mezza, questo è facilmente il documento umano più ricco mai realizzato della nostra prima avventura extra-terrestre.

Come ha fatto Miller? Tanto per cominciare, si fidava delle sue fonti. Se avesse trovato uno scatto spettacolare o informativo, lo avrebbe lasciato correre a lungo. Se un astronauta o qualcuno nel centro di controllo avesse qualcosa di utile da dire, lo lascerebbe dire, senza interruzione, senza narrazione, senza falsi drammi.

Ciò gli dava ancora molto da fare. Elaborando insieme le riprese degli spettatori al lancio del razzo, assembla un’istantanea dell’America degli anni ’60 che è al contempo intima ed epica. La colonna sonora elettronica di Matt Morton, costruita su un sintetizzatore Moog d’epoca, tiene tutto insieme: la musica è sicuramente un attore nel dramma che si sta svolgendo, ma non si sente mai impreciso.

The Ivory Game
The Ivory Game

The Ivory Game

Netflix

Earth League International e il suo fondatore Andrea Crosta sono i detective eroici di questo thriller di vita reale, che segue il commercio di zanne di elefante dalla Tanzania, dal Kenya e dallo Zambia a Hong Kong, Vietnam e Cina.

I registi Kief Davidson e Richard Ladkani hanno una propensione per i colpi di droni di 4×4 che sfrecciano su un paesaggio piatto. (Ladkani ha incluso diversi scatti simili in uno dei nostri documentari preferiti del 2019, Sea of ​​Shadows . )

Nei cinque anni precedenti al 2016, 150.000 elefanti furono uccisi per il loro avorio . Allo stesso tempo, la probabilità dell’estinzione degli elefanti stava aumentando il prezzo del loro avorio, aumentando la minaccia per le restanti mandrie.

Da quando è uscito il film, ci sono state alcune buone notizie. La Cina ha vietato il commercio di avorio alla fine del 2017 e i sondaggi suggeriscono che i cittadini cinesi stanno perdendo interesse per l’avorio, sia come medicina tradizionale che come bene di lusso . Tuttavia, gli elefanti sono tutt’altro che sicuri e questo film urgente e articolato rimane attuale come sempre.

BAMBINI
Bambini

Bambini

Netflix

Quanto vuoi sapere del tuo bambino? Il delizioso e avvincente documentario delizioso di Netflix, diretto da Thomas Balmès, segue 15 famiglie di tutto il mondo durante il primo anno intero di vita del loro nuovo bambino . Racchiude una solida scienza insieme a tutto ciò che adorabile gorgoglio e rimbalzo. Ogni episodio segue una parte diversa del processo, come legame, cibo, sonno e parola.

Per saperne di più: una guida dei genitori per leggere la mente di un bambino

Prendi le tue pillole
Prendi le tue pillole

Prendi le tue pillole

Netflix

L’anfetamina fu venduta per la prima volta al pubblico nel 1932, sotto forma di inalatore decongestionante. Cinque anni dopo, la  rivista Time stava già avvertendo che gli studenti stavano usando “pillole pep” per superare i loro corsi. Le cose ora sono molto più avanzate .

Per saperne di più: le pillole comportamentali inondano le scuole statunitensi

Dalle scuole ai luoghi di lavoro, le persone sembrano rivolgersi alle pillole per dare loro un vantaggio. Il regista Alison Klayman non è infastidito dalle droghe stesse, tuttavia, tanto quanto quello che dicono di una società in cui il successo è così difficile che l’assunzione di droghe sia diventata una scelta professionale .

Blackfish
Blackfish

Blackfish

Netflix

Dopo la morte dell’allenatore di SeaWorld, Dawn Brancheau, avvenuta nel 2010, il documentario nominato dal BAFTA di Gabriela Cowperthwaite racconta la storia di Tilikum, un toro di 5500 chilogrammi apparentemente gravemente colpito dalla vita come attrazione del parco marino.

In natura, non ci sono casi registrati di orche che uccidono persone, ma Tilikum ne ha uccisi tre. Più apprendiamo sulla complessa vita sociale di queste creature, più arriviamo ad apprezzare quanto dobbiamo ancora imparare. Non dovremmo certo tenerli in isolamento .

Il pesce nero è stato visto oltre 60 milioni di volte, scatenando l’attuale tendenza nei documentari sulla natura investigativa. Rimane uno dei migliori e più oscuri del suo genere.

Read more: https://www.newscientist.com/article/2241718-the-10-best-documentaries-you-should-watch-right-now/#ixzz6LOxq8N7G

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.