Rendimento energetico in sette step

Dal blog https://cittadellenergia.agnenergia.com

La Città dell’Energia, 4 Marzo 2021

Rendimento energetico: un concetto con un significato importante, che parla di futuro e salvaguardia dell’ambiente, ma cosa significa davvero?

Il rendimento (o efficientamento) energetico è il valore dato dal rapporto tra l’energia disponibile e quella utilizzata da un oggetto o strumento per funzionare.
Detto così sembra complicato, ma in realtà è molto più semplice di quanto sembri: una macchina impiega tot energia per funzionare e crea un tot di energia con la sua azione. L’efficientamento energetico punta a ottimizzare questo rapporto, permettendo alla macchina di produrre più energia utilizzando la stessa quantità impiegata per funzionare.

Quali sono i risultati dell’efficientamento energetico? In primis, un risparmio energetico, di conseguenza un risparmio economico e, in aggiunta a ciò, una diminuzione dell’impatto sull’ambiente.

Migliorare il rendimento energetico è un obiettivo importante da perseguire, visto che porta ad un miglior uso dell’energia, sia spesa che prodotta. Ma nella pratica, come si fa a migliorare questo valore tra le mura di casa?
Esistono diverse accortezze da poter mettere in pratica nella vita di tutti i giorni, che faranno un favore sia a noi, che alle nostre tasche che all’ambiente. Vediamone sette insieme.

ATTENZIONE ALLA TEMPERATURA
Sapevi che, per ogni grado in più una volta superati i 20°C, i consumi crescono del 7%?
Quindi, né troppo caldo, né troppo freddo: se hai il riscaldamento autonomo in casa è consigliabile regolare la temperatura intorno ai 20°C di giorno e 16°C di notte, mentre se vivi in un condominio con un impianto centralizzato, assicurati di controllare le valvole termostatiche, in modo da evitare forti sbalzi di temperatura.
In questo modo, includendo anche controlli periodici all’impianto, potrai risparmiare mantenendo l’ambiente sempre piacevole, in ogni momento della giornata.

INFISSI ISOLANTI, CAPPOTTO TERMICO E TETTO FOTOVOLTAICO
Avere un’abitazione ben isolata, con infissi e vetri isolanti e cappotto termico, assicura un considerevole risparmio, sia di energia impiegata per riscaldare o rinfrescare l’ambiente, sia a livello di costi.
Se si vuole aggiungere un tocco tecnologico dallo stile eco friendly, installare un impianto fotovoltaico con sistema di accumulo sul tetto della propria casa permette di sfruttare l’energia solare per le proprie attività quotidiane.
Si tratta di investimenti iniziali di un certo livello, che però portano a molti vantaggi nel corso degli anni.

UNA CASA CHIARA CONSUMA MENO
Sapevi che dipingere le pareti della tua casa con colori chiari, come il bianco o il beige, può aumentare considerevolmente la resa dell’illuminazione? Si tratta di un aumento che oscilla dal 15% al 50% in più rispetto a una parete dalle tonalità più scure. Vale la pena valutare se andare a comprare della pittura, no?

ELETTRODOMESTICI SMART, MA NO ALLO STAND-BY
La tecnologia ha fatto passi da giganti, anche per gli elettrodomestici e tutti quegli utensili che utilizziamo in casa tutti i giorni. Optare per frigorifero, lavastoviglie, lavatrice e forni smart ad alto rendimento energetico e, magari, preferire i programmi “eco” permette di risparmiare energia e soldi in bollette.
Il passo successivo? Evitare la funzione stand-by e spegnere del tutto l’elettrodomestico quando non lo si usa.

ILLUMINAZIONE A LED
Le moderne lampadine a LED garantiscono la stessa resa di illuminazione rispetto alle lampadine a incandescenza o fluorescenza, ma non solo: durano di più nel tempo e consumano meno energia per funzionare. Meglio di così non si può, quindi prendiamo la scala e cominciamo a svitare le lampadine tradizionali.

LUCE E ACQUA: SOLO SE TI SERVE DAVVERO
Ogni volta che esci da una stanza, chiediti sempre: “Ho spento la luce?”.
Sembra un gesto banale, ma i consumi di energia per l’illuminazione possono diminuire fino al 30%.
La stessa cosa vale per il rubinetto: lascia scorrere l’acqua solo se la stai effettivamente utilizzando. Quindi nuova regola d’oro: rubinetti chiusi mentre ci si spazzola i denti.

MEGLIO LA DOCCIA
A tutti piace concludere una lunga giornata di lavoro con un bel bagno caldo, rilassandosi tra la schiuma e ascoltando della buona musica. Piace a tutti sì, un po’ meno alle bollette e al pianeta. Infatti, riempire una vasca richiede in media il triplo dell’energia che impiegheremmo per fare una doccia di sei minuti.
Quindi possiamo comunque rilassarci dopo una giornata di stress e pensieri, ma a basso impatto ambientale.

Questi sono solo alcuni dei tanti piccoli trucchetti per aumentare il rendimento energetico nella propria vita quotidiana, ma la lista potrebbe continuare.
Il filo rosso che collega tutti questi step è uno solo: buon senso che si unisce all’amore per il pianeta!

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.