Sentirsi prigionieri e collaborare col nemico?

Draghi fa bene il suo mestiere, è capace e determinato oltre ad avere relazioni internazionali personali nei gruppi di potere che contano.

Detto questo non mi metto in coda agli osannanti di questa figura del capitalismo finanziario che però sul piano politico continua ad avere applausi da tutti pur con alcuni distinguo, ma persino la Lega che fa il gioco del poliziotto buono e di quello cattivo, critica ma poi si accorda e va avanti.

Letta, Bersani, Conte tutti a dire fa bene continuiamo l’ammucchiata di governo se no….

Se no cosa succede?

Nulla, siamo nei sei mesi prima della designazione del nuovo presidente della repubblica e non si può sfiduciare legalmente il governo, ce lo “dobbiamo tenere.

Come mai che a parole tutti sono agitati, ma nessuno muove una paglia, mentre la magistratura sta prendendo alla lettera le regole e le usa per seminare terrore?

Ci sono i piccioli, i miliardi del PNRR in arrivo e nessuno vuol essere fuori da quel banchetto.

Ormai appiattiti sul vero partito trasversale che è la Confindustria, il dialogo Bonomi-Draghi è il vero gruppo di controllo che accomuna attraverso campagne importanti sui media.

I partiti, tutti, Dx, Sx e M5S( con ancora numeri decisivi in parlamento, ma asfaltati nelle elezioni e poco attivi nella società) sono chiamati a essere semplici esecutori testamentari di Banche, Fondi di investimento e Grandi Imprese.

Dall’MPS, all’ITA, al TAV al TAP, agli investimenti pensati per grandi opere di progetti respinti dalla gente(vedi ponte di Messina), alla gestione delle risorse energetiche, agli incentivi alle imprese senza un progetto sociale sono rapine fatte a mano non armata agli italiani, anzi con un certo consenso a giudicare dai 1.080 comuni in cui si è rinnovato il Consiglio Comunale.

Lo stereotipo di fondo è: aiutiamo le imprese ( comunque intese come grandi), mentre per artigiani e piccole imprese c’è poca attenzione.

Mentre le grandi imprese esportano all’estero competono su un mercato globale, hanno possibilità commerciali e anche capacità di sfuggire fiscalmente le piccole(circa l’80%) reggono tutto sul territorio il loro carico di tasse al 60/70 % e non hanno prospettive nella loro condizione dentro alla zona localizzata, avere credito una vera avventura.

Grandi costruttori di strade, porti, aeroporti, cantieri navali, petrolieri, trafficanti di armi e rifiuti, Big Pharma, agricoltura industriale, grande distribuzione, ecc, ecc sono decisivi per il PIL, non per la società.

Non è retorica populista, è quanto avviene.

Si dice: se a queste Grandi Imprese diamo aiuti pubblici in varie forme a gocce poi ne arriverà anche alla popolazione.

Si faccia avanti chi ha un solo esempio in cui questo sia successo dagli anni 90 in poi !

Quindi nuovo patto sociale con sindacati per gestione lavoratori e si pensano a nuove riforme del lavoro che in sintesi tradotto significa perdita di diritti e peggioramento di condizioni.

Di lavorare meno, ma lavorare tutti a parità di reddito non se ne parla, è populista!

Nel mirino del sistema due cose:

1) i soldi del risparmio degli italiani custoditi nelle banche.

2) il patrimonio immobiliare che in Italia ha punte alte di proprietà privata (75-80%)

A questo servono i discorsi di Draghi e le sue telefonate con Berlusconi (condannato per frode fiscale ) per parlare di fisco e di catasto. Non c’è da stupirsi ormai.

Qualcuno vede l’utilità di questo sistema di scelte economiche che ci sta consumando ed evita accuratamente di fare azioni concrete per cambio climatico e di vera conversione ecologica?

Qui la stretta non è solo sulle persone, ma anche l’ambiente è considerato una componente da sfruttare per favorire imprese?

Ad ogni alluvione che devasta territori, ad ogni tubo dell’acqua che scoppia perché vecchia, ad ogni trivella che riprende a scavare nel suolo, ogni produzione di armi e sistemi per la guerra, ogni consumo di suolo e cementificazione, ogni NON scelta energetica fatta con continuità con le fossili, ogni traffico di rifiuti o nuovo inceneritore, ogni decisione di incentivi ad una agricoltura industriale e ad allevamenti intensivi e potrei continuare… è una azione concreta di guerra fatta con i nostri soldi contro noi stessi, cittadini ignavi e che in qualche modo non si oppongono, mugugnano

Se ciascuno guarda al proprio territorio ci sono mille lavori davvero utili su cui sarebbe necessario investire, progettare, ma ormai fare una discussione simile è essere opposizione reale, diventa in sé rivoluzionario perché mette in forse la narrazione standard che la comunicazione mediatica a senso unico ci “omaggia”.

Però i soldi che arrivano dall’EU passano dalle banche, dalla finanza che ovviamente ha cura solo dei propri interessi e spendono dove i loro investimenti sono già da tempo importanti avendone tutti gli strumenti di pressione lobbistica.

I comuni sono stati prima messi in crisi localmente da politiche folli e poi attraverso debiti di derivati o diminuzione del credito o hanno dovuto tagliare spese sociali, attraverso il bilancio in pareggio sono in default ( ben 1800 sono in fallimento ed alcune centinaia in pre-dissesto )

La Cassa Depositi e Prestiti in mano al governo presta soldi ai comuni che spendono a tassi legali ma vicini all’usura visto che dall’EU arrivano con tassi negativi e sono concessi al 4/5%

La politica ha raggiunto distanze siderali dagli stessi cittadini amministrati e non c’è nessun vero progetto partecipato di cambiamento

Mi spiace di essere negativo, ma almeno non me la racconto

Prendere atto della realtà non è solo coraggio, ma il primo tassello per trovare soluzioni politiche su come riprendere una concreta opposizione ammesso che ci siano spazi ancora.

E’ vero è il momento del FARE….OPPOSIZIONE!

Gianni Gatti

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.