Il leader del partito di governo ucraino critica i media occidentali: diffondono solo voci

Dal blog https://de.rt.com/international

20 gen 2022

David Arachamia, il leader della fazione Servo del Popolo nel parlamento ucraino, si interroga sulla copertura dei media occidentali. La minaccia di un’invasione russa non è peggiore dell’anno scorso, ha detto Arachamia.

Non vede alcun motivo di farsi prendere dal panico: David Arachamia, leader del partito di governo “Servo del Popolo” in Ucraina.

Secondo David Arachamia, presidente della fazione Servo del Popolo nel parlamento ucraino, i media occidentali stanno diffondendo voci di una possibile invasione russa. Il partito Servo del Popolo è stato fondato nel 2017 da Zelensky nel periodo precedente alla sua candidatura alla presidenza. Prende il nome dallo spettacolo comico popolare a cui ha partecipato prima dell’inizio della sua carriera politica.

Parlando alla rivista ucraina Focus mercoledì, Arachamia ha detto che anche tali affermazioni su un’invasione non sono nuove:

“C’è sempre una minaccia esterna. Ma! Ricordate l’escalation della scorsa primavera? La situazione di oggi non è peggiore di allora: è circa lo stesso ordine di grandezza

Arachamia è anche membro del Comitato per la sicurezza nazionale, la difesa e l’intelligence della Verkhovna Rada. Il politico ha aggiunto: “Perché i media occidentali ne fanno un grosso problema? Difficile dirlo”.

E ancora: “Dobbiamo essere preparati a tutto, ma non dobbiamo fomentare il panico”.

Certo, non c’è alcuna offensiva russa. Ma gli effetti della paura dei media si fanno ora sentire,

continua Arachamia:

“Se diffondono notizie false sull’ambasciata russa che ritira le famiglie (dall’Ucraina), possiamo già vedere come questo influisce sulla situazione economica”.

Le osservazioni di Arachamia si riferiscono a una vera e propria campagna mediatica dell’Occidente che ha avvertito per mesi di una “invasione russa dell’Ucraina”. Lunedì, il New York Times ha affermato che Mosca aveva iniziato a ritirare un certo numero di diplomatici e le loro famiglie dall’Ucraina.

Il ministero degli Esteri russo ha immediatamente respinto il rapporto, dicendo che l’ambasciata di Mosca a Kiev funzionava “normalmente”. Tuttavia, il numero di dipendenti è stato ridotto. La portavoce del ministero degli Esteri Maria Zakharova ha accusato i media stranieri di distorcere la realtà

:“Lo stanno facendo nonostante gli attacchi ai dipendenti russi del servizio estero da parte dei radicali ucraini e nonostante le provocazioni delle forze di sicurezza locali. Ma i media americani non ne hanno parlato, e non lo faranno”.

Il Cremlino ha ripetutamente respinto le accuse di pianificare un’invasione. Il portavoce della stampa Dmitry Peskov ha descritto questo come “infondato” e un’espressione di “isteria” che si sta diffondendo nella stampa. Peskov aveva precedentemente affermato che il movimento delle Forze Armate della Russia sul proprio territorio è una questione interna che non riguarda nessuno.

Maggiori informazioni sull’argomento: Biden minaccia Putin con “sanzioni senza precedenti”telegramm

1 Comment

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.