Tutte le cose turche di Thales sulla prima nave di intelligence della Turchia

Dal blog https://www.startmag.it

di Giuseppe Gagliano

Mobilità

Tutte le cose turche di Thales sulla prima nave di intelligence della Turchia

Thales Nave

di Giuseppe Gagliano

Ascolta questo articolo ora…

0:00

E’ stata presentata la prima nave di intelligence turca, la TCG UFUK. All’elettronica ha contribuito Yaltes, controllata turca della francese Thales. L’articolo di Giuseppe Gagliano

Grazie alla sinergia delle aziende di difesa turca — la Savunma Teknolojileeri Mühendislik (STM), la Aselsan e la Havelsan — è stata costruita la prima nave di intelligence turca, la TCG UFUK, “Horizon” in inglese, presentata lo scorso 14 gennaio.

Ebbene di per sé questa notizia non avrebbe una particolare rilevanza poiché confermerebbe la volontà da parte della Turchia di essere sempre più autonoma nella produzione navale e soprattutto conferma ancora una volta la volontà di investire ingenti risorse nel rafforzamento del potere militare a livello navale.

La particolarità di questa notizia dipende in realtà da due altri aspetti. Vediamoli in breve: l’elettronica che è servita alla costruzione di questa nave è stata possibile grazie al coinvolgimento dell’azienda Yaltes, la controllata turca della Thales francese. Superfluo osservare la paradossalità di questa collaborazione considerando il fatto che più volte la Francia ha sottolineato la necessità di contrastare e limitare la politica di  potenza turca nel Mediterraneo.

Yaltes, che produce soluzioni integrate per la Marina, è diretta da un ufficiale navale turco in pensione Bulnt Hamzaoglu. Prima di entrare nella compagnia l’anno scorso, ha lavorato sul programma nazionale di guerra Milgem presso il Cantiere navale di Istanbul (Insy), dove è stata costruita la TCG UFUK.

Passiamo adesso al secondo elemento interessante.

Ufficialmente, la TCG UFUK, una Corvette di classe ADA, si unisce alla flotta navale turca come test e nave da allenamento. Ma sarà gestito dal MIT, dal servizio di intelligence della Turchia, segnando un salto significativo nella sua capacità di raccogliere informazioni di intelligence. Non a caso il direttore del Mit Hakan Fidan ha partecipato al lancio.

A livello geopolitico la realizzazione di questa nuova corvetta cosa potrebbe cambiare nello scacchiere del Mediterraneo orientale? Certamente non farà altro che aumentare le tensioni tra la Turchia da una parte e la Francia, la Grecia e Cipro.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.