Era il 2016.

Di Nicola Morra

“In un estratto dell’intervista di John Pilger ad Assange, prodotta dalla Dartmouth Films e che verrà trasmessa nella sua versione integrale da RT sabato, Julian Assange accusa Hillary Clinton di nascondere agli americani la vera portata del sostegno degli alleati di Washington allo Stato Islamico.

In una email del 2014 pubblicata da WikiLeaks nel mese scorso, Hillary Clinton, che era stata Segretario di stato fino all’anno prima, sollecita John Podesta, allora consigliere di Barack Obama, a “esercitare pressioni” sul Qatar e l’Arabia Saudita “che stanno fornendo supporto finanziario e logistico clandestino all’ISIL [Stato islamico, IS, ISIS] e altri gruppi sunniti radicali.”

“Penso che questa sia l’e-mail più significativa di tutte”, dichiara Assange. “Tutti gli analisti seri sanno, e anche il governo degli Stati Uniti lo ha accettato, che alcune figure saudite hanno sostenuto l’ISIS e il finanziamento allo Stato Islamico, ma il mantra è sempre stato: si tratta di alcuni” principi canaglia” che utilizzano i loro soldi del petrolio per fare ciò che vogliono, ma in realtà il governo disapprova. Queste email ci dicono che è il governo dell’Arabia Saudita e il governo del Qatar che stanno finanziando l’ISIS“.

Assange e Pilger hanno conversato per 25 minuti presso l’Ambasciata dell’Ecuador a Londra, dove il primo è rifugiato dal 2012.

John Pilger: I sauditi, il Qatar, i marocchini, il Bahrein, in particolare i primi due, davano tutti questi soldi alla Fondazione Clinton, mentre Hillary Clinton era segretario di Stato, e il Dipartimento di Stato approvava massicce vendite di armi, in particolare l’Arabia Arabia.

Julian Assange: Sotto Hillary Clinton – e le email Clinton rivelano una discussione significativa su questo tema – è stato siglato il più grande contratto di sempre in temi di armi e con l’Arabia Saudita: più di 80 miliardi di dollari. Durante il suo mandato, il totale delle esportazioni di armi dagli Stati Uniti sono raddoppiate.

John Pilger: Naturalmente, la conseguenza di ciò è la nascita del gruppo jihadista noto come ISIL o ISIS. E’ stato creato in gran parte con i soldi di persone che finanziavano contemporaneamente la Fondazione Clinton?

Julian Assange: Sì.

Sulle elezioni Usa. “La mia analisi è che a Trump non è permesso di vincere. Perché dico questo? Perché le banche, l’intelligence, le aziende di armi, i soldi stranieri, ecc sono tutti uniti dietro Hillary Clinton. E i media pure…..”.

Come voi capite ne è passata di acqua sotto i ponti, è arrivato il Qatar-gate, ma la rivelazione di Assange continua a fare male.

Ma se gli Usa e non solo continuano ad avere rapporti con chi ci inonda di petrolio e gas naturale, pur avendo finanziato Isis (soltanto?), perché prendersela con Panzeri, Kaili, Tarabella, Cozzolino e via dicendo?

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.