“Il mondo è sotto 184mila miliardi di debiti: 86mila dollari a testa” titola il sole 24 0re

16/12/2018

Quale commento si può fare a questa affermazione pragmatica e per nulla ideologica ?
Nulla, se lo sapessero…. anche i gatti si suiciderebbero…
Di fronte a sistemi pianificati anche se non lineari come l’economia mondiale, quando leggo grida di giubilo su FB di qualche postino non pagato dei portavoce del M5S su piccoli cabotaggi di amministrazione statale, dei risultati del giorno x giorno con incorporato lo spiegone di giggino che praticamente dice :siamo alle soglie del Nirvana e basta poco per essere a posto mi basisco e mi demoralizzo perchè è come buttare storia ed esperienza dalla finestra.
Verso quale piano di sviluppo sociale stiamo andando ? Lo dico partendo dalla quota di debito su esposta ( e non una mia idea). Serve una svolta decisa ripensata e meditata dove la democrazia e il senso della vita riprendano consistenza . Certo nulla è semplice, ma mentre oggi crescita significa crescita di aziende e mercati, consideriamo al centro le persone e cosa ci serve, come possiamo fare per ritornare ad una società sovrana del suo tempo e delle proprie risorse .
Risposta non pervenuta, intanto incassate il decreto sicurezza obrobrioso (tanto che alcuni si sono rifiutati di votarlo), fatevene una ragione con la presa per il sedere del R. di C che ” prima o poi” partirà, forse e con valori corretti al ribasso senza un vero sistema. Con l’assurdo decreto Genova che da in mano a Forza Italia e alla Lega mano libera sul Tav e Terzo Valico senza neppure “un bacio di dama” ai militanti che solo qualche giorno fa erano a To a manifestare x NOTAV , ormai rimbambiti dalla propaganda e dagli annunci, senza capacità critica, quelli che ti dicono però abbiamo tagliato le pensioni d’oro che anche se è vero, non funzionerà per ricorsi a raffica e costi aggiuntivi.
Il Giggino che corre a destra e a sinistra per rappezzare aziende che vogliono chiudere, sembra Babbo Natale in edizione partenopea, ma dall’ILva di Taranto e Ge, dalla Piaggio della provincia di Savona su quale traccia di sviluppo si sta muovendo se non ripristinare pari pari le condizioni fin qui già vissute e che non hanno dato molta autonomia alle stesse aziende in crisi ? In alcuni casi i dipendenti sono stati pagati e riprendono le attività e va bene certo, ma con quale piano di progetto produttivo, quale prospettiva nel tempo, visto che l’Ilva torna ad inquinare una città in cui si muore x questo lavoro e per certe aziende come la Piaggio, servono commesse militari ?
Sono casi estremi ? Sta funzionando così e basta saper leggere fra le righe dei media, per capire che siamo ciechi e sordi .
Quale ambiente dei 2000 siti inquinati e nocivi si è cominciato a bonificare in Italia ?
Perchè ancora oggi dopo decenni di lotte ambientali si discute di termoinceneritori per rifiuti, mentre le partecipate sono allo sbando ovunque ?
E perchè oltre a scegliere di stare con alleati come gli Usa che da sempre con le loro merci sono aggressivi commercialmente e nemici, oltre a scegliere di stare nella NATO per stare dentro il mercato delle armi( che però ci costa 36 miliardi/anno), non c’è neppure una mossa per avere sovranità vera monetaria ed energetica al di là delle parole al vento ?
Il Borghi che si fa fotografare bevendo champagne all’ambasciata francese è lo stesso che assieme a molti altri parlava di monete parallele, di forme di autofinanziamento autonome ed ora va con il berretto in mano alla UE a calare le Braghe assieme al povero inutile Conte ?

Il Giggino nazionale e pochi altri si sono inventati uno slogan : rivoluzione gentile. Esiste un solo esempio concreto di atto davvero di cambiamento in modo gentile e diplomatico ?
Mi fermo qui tanto chi non vuol vedere non guarderà neppure questa realtà evidente .
Quindi la democrazia congelata, le candidature ridicolmente scelte da pochi dopo aver permesso a chiunque di accedere alle istituzioni, fanno parte si di un progetto, ma regressivo e non è per compromessi ovvi con la Lega, ma per precise scelte, per un percorso cambiato in corsa da un cerchio magico senza idee solo per mantenere possibilità di sopravvivenza .
Cioè tutte le beghe di questi giorni dicono che si va avanti giorno per giorno senza un piano e illudendo militanti e elettori ! Ho letto di diversi eletti che non votano e mugugnano, ancora ieri su FB, Airola (persona che stimo per la sua passionalità)diceva :sono del Movimento ma non concordo, sono contro il Tav . Bene ragazzi tirate fuori le palle e organizzatevi non si possono votare cose importanti contrarie alla propria idea politica, mandare giù ordini dall’alto su cose che hai sempre combattuto, non è compromesso è la svendita di un idea personale e collettiva .
Che problema c’è ? Se non ci sono i numeri, non si può imporre nulla, si esce e si manda a casa questa piccola casta di inetti alla Brancaleone, che risolva Salvini con Giorgetti, la Meloni ed il terzo incomodo mai assente ….il Berlusconi di plastica, almeno si riformerà una opposizione reale non finta.
Qui non sta morendo solo un tentativo, è una regressione annunciata che durerà anni di fine alternativa se mai lo è stata, mentre Beppe intendeva dire che il movimento sarebbe stato un argine alla rivolta , voi siete i cultori pompieri che spengono proteste e anche speranze : è la distruzione politica di uno strato di popolazione attiva e cosciente che non sarà affatto semplice rimettere insieme.
Smettete di leggere annunci, andate dentro ognuno dei punti di governo e fatevi domande, analizzate nel merito, confrontate con la storia le vostre risposte, smettete di fare i fedeli in chiesa, siate autonomi .
Chi ha davvero capacità e desiderio di cambiare deve farlo subito anche se forse è tardi . Chi fra gli eletti non concorda su questioni di fondo deve cambiare questo modo ibrido.
C’è un intera quota di popolazione cosciente che non ha più voce, non è e non si sente rappresentata, che non legge oppure non da peso alle vostre ideologiche discussioni, semplicemente fa delle cose , si attiva in concreto, condivide spazi, attività, parla di ecologia, di agricoltura compatibile e società solidale, di moneta parallela e volontariato.

Da li si parte, non da partiti vecchi o nuovi che siano, abbiamo già dato, se non impariamo è solo colpa di ognuno di noi 

Di Gianni Gatti

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.