Israele non è un paese per padri

MAKTUB Blog

mcc43

“Per anni la maggioranza degli Israeliani ha permesso che i valori di uguaglianza, di giustizia e di pace stessero ai margini. Ora la lotta è proteggere qualche spazio di democrazia rimasto.” Così inizia un articolo del magazine +972 alla vigilia delle elezioni in un paese bloccato dalla mancanza di un’alternativa di sinistra.

Da  “sinistra” dovrebbero sentirsi voci  sul rispetto dei diritti umani, ma queste voci in Israele vengono tacitate con durezza . Non c’è campo come la protezione dei bambini in cui tali diritti debbano essere più saldamente rispettati, tuttavia le leggi sulla famiglia emanate dallo stato violano sia il diritto dei bambini che quello dei genitori, con un particolare accanimento sul padre.

Chi guarda dentro i confini israeliani fa la dolorosa constatazione che quotidianamente troppi bambini vengono sottratti alla famiglia dalle autorità del “welfare”. Ultimamente lo stato, o peggio: il deep state, ha preso di mira i…

View original post 770 altre parole

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.