Si sentono cose nel web che voi umani ….

Gestioni politiche fatte di “comparsate” in TV, di uso pilotato di Rousseau, di risorse buttate al vento, di nessun strumento reale alternativo di comunicazione con relativa abolizione poco a poco di ogni elemento di aggregazione di competenze e totale dipendenza dalle scelte di un ristretto numero di persone scelte per presenzialismo mediatico.
E come volete portare la vostra rabbia sacrosanta ora che tornare indietro è impossibile ?
Amici consiglieri di minoranza del M5S in CC dicono: ho trovato su temi aderenze a certe proposte trasversali a vari personaggi di partiti e gruppi e lì mi difendo, bene ma mi pare che un progetto politico su scala nazionale meriti altro impegno intellettuale.
Ma è questa la posta in gioco ?
Ci sono due mondi diversi che si confrontano : uno reale, la fotografia, spaccato del presente che è quello del capitalismo finanziario liberista, l’altro ancora non ben definito ma sicuramente opposto, contrario al primo.
Qui non dobbiamo porci il problema dell’Asilo Mariuccia come lo tengo aperto, ma quale progetto di vita sociale vale la pena di essere vissuto, in che forma, con che strumenti.


«Ovunque al mondo, se trovi del petrolio fai festa perché significa ricchezza e posti di lavoro […] Gli italiani vogliono crescere, vogliono sviluppo, vogliono strade, autostrade, porti, aeroporti, ferrovie…».

Lo ha detto Salvini ma credo che sarebbe sottoscritto dall’intero arco parlamentare con poche eccezioni . Non approfondisco perché mi pare capibile.
E quali sono le opzioni a questo modo di sviluppo miope che condanna da decenni persone, animali e ambiente ad un lento degrado, come supremo sacrificio necessario di cui ciancia il Gigi. A CHI E’ NECESSARIO?
I partiti hanno mezzi di comunicazione, scuole di formazione x giovani, forti aderenze dentro le istituzioni più varie dai comuni alle partecipate sino a forme più alte di intrusione nelle varie commissioni tecniche, nella confindustria, forme persistenti dentro circoli, associazioni, cooperative, ecc
Il M5S con Di Maio ed il suo gruppo decisionale “sta inguaiato” mi pare, gli italiani alle corde senza fiducia e senza possibilità senza strumenti di nessun tipo , Hanno scelto di non usare le poche risorse, che comunque sono circa 100 milioni di euro buttati ad oggi e di politica con quelle risorse se ne poteva fare tanta, proprio dove sei quasi assente: sui territori.
Anche il militante più critico che vorrebbe cambiare all’interno adesso come fa ?

Non c’è un luogo a parte gli inutili social, a cui consegnare la propria protesta, confrontarsi con altre situazioni e proprio questa piccola rivolta nelle ultime ore ha messo sotto pressione l’uno e trino che partito sparato per cavalcare la crisi con un partito che non ha una sola cosa di vicinanza sostanziale tematica, ora rallenta e chiede il voto online di Truffau, una vera festa!

Ragazzi uso le parole di Beppe: “siete circondati arrendetevi”, ricominciamo da zero, ma con l’esperienza fatta impariamo come non si fa a consegnare un desiderio collettivo a quattro imbianchini dalle braghe bianche questa società.
Non c’è nulla da inventare di nuovo, programmi da ricostruire, il mondo delle inutili parole ci dice che determinante è la forma, il come ci si riaggrega e dall’interno non mi pare proprio possibile oggi alle condizioni date . Basta uscire da questa forma di isolamento politico, guardare al proprio vicino, ritornare a confrontarsi direttamente partendo dalle cose che uniscono nel segno di un nuovo ambientalismo sociale con sviluppo davvero diverso, di crescita controllata e mettendo al centro la biosfera intesa in senso unitario di persone animali e ambiente.
Gianni Gatti

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.