Una favola del Pipelineistan per i nostri tempi

Dal blog https://www.globalresearch.ca/

Di Pepe Escobar Ricerca globale, 09 giugno 2020

C’era una volta in  Pipelineistan , storie di guai erano la norma. Sogni infranti disseminarono la scacchiera –  dall’IPI contro la TAPI nel regno AfPak all’opera Nabucco attorcigliata al collo   in Europa. 

In netto contrasto, ogni volta che la Cina entrava in scena, prevaleva il completamento con successo. Pechino ha finanziato un gasdotto dal  Turkmenistan allo Xinjiang , terminato nel 2009, e trarrà profitto da due spettacolari   accordi Power of Siberia con la Russia.

E poi c’è l’Ucraina. Maidan era un progetto dell’amministrazione Barack Obama, caratterizzato da un cast sterling guidato da POTUS, Hillary Clinton, Joe Biden, John McCain e, ultimo ma non meno importante, il primo distributore di biscotti di Kiev Victoria “F ** k the EU” Nuland .

L’Ucraina doveva anche impedire alla Russia di approfondire i legami energetici con la Germania e con altre destinazioni europee.

Beh, non ha giocato esattamente così. Nord Stream era già operativo. South Stream era il progetto di Gazprom nel sud-est Europa. Una pressione incessante da parte dell’amministrazione Obama l’ha deragliata. Tuttavia, ciò ha funzionato solo per consentire una resurrezione: il TurkStream già completato  , con il gas che inizia a fluire nel gennaio 2020.

Il campo di battaglia è quindi cambiato in  Nord Stream 2 . Questa volta la pressione incessante dell’amministrazione Donald Trump non l’ha deragliata. Al contrario: sarà completato entro la fine del 2020.

Richard Grennel , l’ambasciatore americano in Germania, marchiato come una “superstar” dal presidente Trump, era furioso. Fedele alla sceneggiatura, ha minacciato i partner di Nordstream 2 – ENGIE, OMV, Royal Dutch Shell, Uniper e Wintershall – con “nuove sanzioni”.

Peggio ancora: ha sottolineato che la Germania “deve smettere di dare da mangiare alla bestia in un momento in cui non paga abbastanza alla NATO”.

“Nutrire la bestia” non è esattamente un codice sottile per il commercio di energia con la Russia.

Peter Altmaier , ministro tedesco degli affari economici e dell’energia, non ne fu colpito. Berlino non riconosce alcuna legalità nelle  sanzioni extraterritoriali .

Grennel, per di più, non è esattamente popolare a Berlino. I diplomatici hanno lanciato lo champagne quando hanno saputo che sarebbe tornato a casa per diventare il capo dell’intelligence nazionale degli Stati Uniti.

Le sanzioni amministrative di Trump hanno ritardato Nordstream 2 di circa un anno, nella migliore delle ipotesi. Ciò che conta davvero è che in questo intervallo Kiev ha dovuto firmare un  accordo di transito del gas  con Gazprom. Ciò di cui nessuno parla è che entro il 2025 nessun gas russo transiterà attraverso l’Ucraina verso l’Europa.

Quindi l’intero progetto Maidan era in effetti inutile.

È uno scherzo a Bruxelles che l’UE non ha mai avuto e non avrà mai una politica energetica unificata nei confronti della Russia. L’UE ha elaborato una direttiva sul gas per forzare la proprietà di Nord Stream 2 da separare dal gas che scorre attraverso il gasdotto. I tribunali tedeschi hanno applicato il proprio “nein”.

Nord Stream 2 è una questione seria di sicurezza energetica nazionale per la Germania. E questo è sufficiente per sconfiggere qualunque cosa Bruxelles possa inventare.

E non dimenticare la Siberia 

La morale di questa favola è che ora due nodi chiave del Pipelineistan – Turk Stream e Nord Stream 2 – sono stabiliti come corde d’acciaio ombelicali che collegano la Russia con due alleati della NATO.

E fedele ai proverbiali script win-win, ora è anche tempo che la Cina cerchi di consolidare le sue relazioni europee.

La scorsa settimana, il cancelliere tedesco  Angela Merkel  e il premier cinese  Li Keqiang hanno  tenuto una videoconferenza per discutere di Covid-19 e della politica economica Cina-UE.Questo è stato un giorno dopo che la  Merkel e il presidente Xi  avevano parlato, quando hanno concordato che il vertice Cina-UE a Lipsia il 14 settembre avrebbe dovuto essere rinviato.

Questo vertice dovrebbe essere il culmine della presidenza tedesca dell’UE, che inizia il 1 ° luglio. È allora che la Germania sarebbe in grado di presentare una politica unificata nei confronti della Cina, unendo in teoria i 27 membri dell’UE e non solo i 17 + 1 della Central Europa e Balcani – tra cui 11 membri dell’UE – che hanno già relazioni privilegiate con Pechino e partecipano all’iniziativa Belt and Road.

Contrariamente all’amministrazione Trump, la Merkel privilegia un partenariato commerciale chiaro e completo con la Cina, ben oltre un semplice vertice fotografico. Berlino è molto più geoeconomicamente sofisticata del vago approccio parigino di “impegno ed esigenza”.

La Merkel e Xi sono perfettamente consapevoli dell’imminente frammentazione del blocco dopo l’economia mondiale. Tuttavia, per quanto Pechino sia pronta ad abbandonare la strategia di circolazione globale da cui ha proficuamente beneficiato negli ultimi due decenni, l’enfasi è anche sul perfezionamento di relazioni commerciali molto strette con l’Europa.

Ray McGovern ha sinteticamente  descritto  lo stato attuale delle relazioni USA-Russia. Il cuore dell’intera questione, dal punto di vista di Mosca, è stato riassunto dal viceministro degli Esteri Sergei Ryabkov , un diplomatico estremamente abile:

“Non crediamo che gli Stati Uniti nella sua forma attuale siano una controparte affidabile, quindi non abbiamo fiducia, non abbiamo alcuna fiducia. Quindi i nostri calcoli e conclusioni sono meno correlati a ciò che l’America sta facendo…. Abbiamo a cuore le nostre relazioni strette e amichevoli con la Cina. Consideriamo questo un partenariato strategico globale in diversi settori e intendiamo svilupparlo ulteriormente. “

È tutto qui Il “partenariato strategico globale” Russia-Cina avanza costantemente. Incluso il “Potere della Siberia” Pipelineistan. Inoltre Pipelineistan collega due importanti alleati della NATO. Le sanzioni? Quali sanzioni?

*

Nota per i lettori: fare clic sui pulsanti di condivisione sopra o sotto. Inoltra questo articolo alle tue mailing list. Crosspost sul tuo sito blog, forum internet. eccetera.

Questo articolo è stato originariamente pubblicato su Asia Times .

Pepe Escobar contribuisce frequentemente alla ricerca globale.La fonte originale di questo articolo è Global ResearchCopyright © Pepe Escobar , Ricerca globale, 2020

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.