L’istante che passa.

Dalla pg FB di Marco Zuanetti

Apocalissi quotidiane abitano il silenzio

che divora il tempo della parola.

Non sappiamo niente. Delle vite infrante.

Che ci passano accanto. Dei corpi senza voce.

Che lasciamo parlare. Lì.

All’altro lato dell’asfalto. O. All’altro capo del mondo.

I confini non varcati. Ci gettano in mano.

Un mondo di ombre. Urlanti. Che il sole non riesce a squarciare.

E. Così. Ci aggrappiamo. Sordi. Ad ogni alba.

Allentando i legami. Che sono fonte di ansia.

Cercando in tracce fortuite.

Qualche deliberato segno di svolta.

Ma. I segni affiorano alla rinfusa.

E. Dappertutto il buio è brancolante.

E. Dappertutto il vivere cerca casa.

Marco Zuanetti

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.