La guerra fa ancora più ricchi i big della finanza. La mappa degli azionisti dei grandi produttori di armi, soliti noti con qualche sorpresa

Dal blog https://www.ilfattoquotidiano.it/

di Mauro Del Corno | 26 Marzo 2022

Jp Morgan, State Street, Fidelity, Vanguard, Capital Research, Blackrock sono i grandi azionisti dei principali produttori di armi al mondo. La sola State Street ha visto il valore delle suo quote salire di oltre 3 miliardi di dollari in meno di un mese. Tra i soci di molti produttori di armi anche la Banca centrale norvegese

Economia & Lobby

La guerra fa ancora più ricchi i big della finanza. La mappa degli azionisti dei grandi produttori di armi, soliti noti con qualche sorpresa

La guerra fa ancora più ricchi i big della finanza. La mappa degli azionisti dei grandi produttori di armi, soliti noti con qualche sorpresa

Jp Morgan, State Street, Fidelity, Vanguard, Capital Research, Blackrock sono i grandi azionisti dei principali produttori di armi al mondo. La sola State Street ha visto il valore delle suo quote salire di oltre 3 miliardi di dollari in meno di un mese. Tra i soci di molti produttori di armi anche la Banca centrale norvegesedi Mauro Del Corno

| 26 Marzo 2022

https://imasdk.googleapis.com/js/core/bridge3.507.1_en.html#goog_1206160505

https://imasdk.googleapis.com/js/core/bridge3.507.1_en.html#goog_1206160503

https://imasdk.googleapis.com/js/core/bridge3.507.1_en.html#goog_1206160500

https://imasdk.googleapis.com/js/core/bridge3.507.1_en.html#goog_1206160484

https://imasdk.googleapis.com/js/core/bridge3.507.1_en.html#goog_1206160482

https://imasdk.googleapis.com/js/core/bridge3.507.1_en.html#goog_1206160478

https://imasdk.googleapis.com/js/core/bridge3.507.1_en.html#goog_1206160476

https://imasdk.googleapis.com/js/core/bridge3.507.1_en.html#goog_1206160469

https://imasdk.googleapis.com/js/core/bridge3.507.1_en.html#goog_1206160456

https://imasdk.googleapis.com/js/core/bridge3.507.1_en.html#goog_1206160450

https://imasdk.googleapis.com/js/core/bridge3.507.1_en.html#goog_1206160510

https://imasdk.googleapis.com/js/core/bridge3.507.1_en.html#goog_1206160508

https://imasdk.googleapis.com/js/core/bridge3.507.1_en.html#goog_1206160501

https://imasdk.googleapis.com/js/core/bridge3.507.1_en.html#goog_1206160460

https://imasdk.googleapis.com/js/core/bridge3.507.1_en.html#goog_1206160452

https://imasdk.googleapis.com/js/core/bridge3.507.1_en.html#goog_1206160516

https://imasdk.googleapis.com/js/core/bridge3.507.1_en.html#goog_1206160514

https://imasdk.googleapis.com/js/core/bridge3.507.1_en.html#goog_1206160512

https://imasdk.googleapis.com/js/core/bridge3.507.1_en.html#goog_1206160496

https://imasdk.googleapis.com/js/core/bridge3.507.1_en.html#goog_1206160494

https://imasdk.googleapis.com/js/core/bridge3.507.1_en.html#goog_1206160490

https://imasdk.googleapis.com/js/core/bridge3.507.1_en.html#goog_1206160488

https://imasdk.googleapis.com/js/core/bridge3.507.1_en.html#goog_1206160471

https://imasdk.googleapis.com/js/core/bridge3.507.1_en.html#goog_1206160468

https://imasdk.googleapis.com/js/core/bridge3.507.1_en.html#goog_1206160458

https://imasdk.googleapis.com/js/core/bridge3.507.1_en.html#goog_1206160451

Dallo scoppio del conflitto i titoli dei grandi gruppi della difesa hanno spiccato il volo. Nulla di strano, è chiaro che, indipendentemente da come e quando finirà la guerra in Ucraina, i budget per la difesa di molti paesi sono destinati a salire nei prossimi anni. Germania, Norvegia, Italia, Danimarca hanno già annunciato revisioni più o meno consistenti dei loro stanziamenti. Di conseguenza titoli come le statunitensi Northrop Grumman e Lockheed Martin hanno guadagnato oltre il 30% in meno di un mese. In deciso rialzo anche il terzo colosso della difesa Usa Raytheon Technologies. Sono le aziende che costruiscono, tra l’altro, i missili stinger e javelins di cui si sente molto parlare nello scenario ucraino, oltre ai jet F35 per cui stanno fioccando nuovi ordini. In Europa è accaduto lo stesso, anzi di più. Il più grande produttore di armi tedesco Rheinmetall ha quasi raddoppiato il suo valore così come Hensoldt, Leonardo e Thales hanno incamerato rialzi del 50%, la britannica Bae systems si è limitata a un progresso di circa il 30%.

Economia & Lobby

La guerra fa ancora più ricchi i big della finanza. La mappa degli azionisti dei grandi produttori di armi, soliti noti con qualche sorpresa

La guerra fa ancora più ricchi i big della finanza. La mappa degli azionisti dei grandi produttori di armi, soliti noti con qualche sorpresa

Jp Morgan, State Street, Fidelity, Vanguard, Capital Research, Blackrock sono i grandi azionisti dei principali produttori di armi al mondo. La sola State Street ha visto il valore delle suo quote salire di oltre 3 miliardi di dollari in meno di un mese. Tra i soci di molti produttori di armi anche la Banca centrale norvegesedi Mauro Del Corno

| 26 Marzo 2022

https://imasdk.googleapis.com/js/core/bridge3.507.1_en.html#goog_1206160503

https://imasdk.googleapis.com/js/core/bridge3.507.1_en.html#goog_1206160500

https://imasdk.googleapis.com/js/core/bridge3.507.1_en.html#goog_1206160484

https://imasdk.googleapis.com/js/core/bridge3.507.1_en.html#goog_1206160482

https://imasdk.googleapis.com/js/core/bridge3.507.1_en.html#goog_1206160478

https://imasdk.googleapis.com/js/core/bridge3.507.1_en.html#goog_1206160476

https://imasdk.googleapis.com/js/core/bridge3.507.1_en.html#goog_1206160469

https://imasdk.googleapis.com/js/core/bridge3.507.1_en.html#goog_1206160456

https://imasdk.googleapis.com/js/core/bridge3.507.1_en.html#goog_1206160450

https://imasdk.googleapis.com/js/core/bridge3.507.1_en.html#goog_1206160508

https://imasdk.googleapis.com/js/core/bridge3.507.1_en.html#goog_1206160501

https://imasdk.googleapis.com/js/core/bridge3.507.1_en.html#goog_1206160460

https://imasdk.googleapis.com/js/core/bridge3.507.1_en.html#goog_1206160452

https://imasdk.googleapis.com/js/core/bridge3.507.1_en.html#goog_1206160514

https://imasdk.googleapis.com/js/core/bridge3.507.1_en.html#goog_1206160512

https://imasdk.googleapis.com/js/core/bridge3.507.1_en.html#goog_1206160496

https://imasdk.googleapis.com/js/core/bridge3.507.1_en.html#goog_1206160494

https://imasdk.googleapis.com/js/core/bridge3.507.1_en.html#goog_1206160490

https://imasdk.googleapis.com/js/core/bridge3.507.1_en.html#goog_1206160488

https://imasdk.googleapis.com/js/core/bridge3.507.1_en.html#goog_1206160471

https://imasdk.googleapis.com/js/core/bridge3.507.1_en.html#goog_1206160468

https://imasdk.googleapis.com/js/core/bridge3.507.1_en.html#goog_1206160458

https://imasdk.googleapis.com/js/core/bridge3.507.1_en.html#goog_1206160451

Dallo scoppio del conflitto i titoli dei grandi gruppi della difesa hanno spiccato il volo. Nulla di strano, è chiaro che, indipendentemente da come e quando finirà la guerra in Ucraina, i budget per la difesa di molti paesi sono destinati a salire nei prossimi anni. Germania, Norvegia, Italia, Danimarca hanno già annunciato revisioni più o meno consistenti dei loro stanziamenti. Di conseguenza titoli come le statunitensi Northrop Grumman e Lockheed Martin hanno guadagnato oltre il 30% in meno di un mese. In deciso rialzo anche il terzo colosso della difesa Usa Raytheon Technologies. Sono le aziende che costruiscono, tra l’altro, i missili stinger e javelins di cui si sente molto parlare nello scenario ucraino, oltre ai jet F35 per cui stanno fioccando nuovi ordini. In Europa è accaduto lo stesso, anzi di più. Il più grande produttore di armi tedesco Rheinmetall ha quasi raddoppiato il suo valore così come Hensoldt, Leonardo e Thales hanno incamerato rialzi del 50%, la britannica Bae systems si è limitata a un progresso di circa il 30%.

La guerra colpisce anche la bolla Esg. “Perché ci vendete prodotti sostenibili se l’industria delle armi rende di più?” chiedono i clienti
Leggi Anche

La guerra colpisce anche la bolla Esg. “Perché ci vendete prodotti sostenibili se l’industria delle armi rende di più?” chiedono i clienti

Ma chi c’è dietro a questi big della difesa e delle armi? Ci sono i grandi nomi della finanza, più o meno i soliti che hanno quote significative dei gruppi di mezzo mondo. Nell’industria delle armi si distingue in particolare la statunitense State street global advisory, quarto gestore di patrimoni al mondo. Detiene una partecipazione del 14,5% in Lockheed Martin, del 9,2% in Raytheon Technologies e del 9,5% in Northrop Grumann. Altro grande socio dell’industria militare è Vanguard, società statunitense che gestisce asset per oltre 5mila miliardi di dollari. Possiede il 7,2% di Northrop Grumann, il 7,2% di Lockheed Martin, il 7,5% di Raytehon. Ha una quota del 2,8% nella tedesca Rheinmetall, l’ 1,3% della francese Thales, l’1,9% di Leonardo e lo 0,7% di Hensoldt. Tra i nomi più noti della finanza si segnalano l’onnipresente Blackrock che in portafoglio tiene il 4,1% di Northrop Grummann , il 4,8% di Lockheed Martin, il 4,7% di Raytheon, il 3% di Leonardo e lo 0,2% della britannica Bae Systems.

C’è poi Jp Morgan, con quote in Northrop Grumann (2,9%) e Raytheon (1,5%). Soci di peso sono anche i gruppi di investimento Fidelity e Capital Research.

Lo sconto sull’Iva a chi vende armamenti

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.