«Preferiamo la Pace o star tranquilli con l’aria condizionata accesa tutta l’estate?

Questo dubbio amletico non voglio commentarlo, la pochezza argomentativa è palese, ma mi piace andare a monte per cercare di capire come mai questo banchiere da sbarco con l’elmetto si può permettere di fare questa retorica da bar con i media in modalità applauso a scena aperta.

A me pare semplice: di fondo sono d’accordo tutti i vertici dei partiti che lo sostengono e chi come il M5S in parte fa ammujna non ha forza e prospettiva per alzarsi da quel tavolo e mandarlo a cagare. Loro sono “responsabili” e…. pensa un pò se non lo fossero.

Proprio loro, i grillini di Conte e Di Maio, che hanno sostenuto forti tesi sulla necessità di un cambio di energia eco-sostenibile, con un responsabile della commissione lavoro (Girotto) che ancora sui social si sbatte per parlare di energia, comunità energetiche, bilancio energetico partecipato, ecc. .

Questo anche se il magico elevato in formazione del governo ha proposto quella disgrazia pubblica di CingolENI al ministero della “transizione energetica”

Questo e non altri è il momento di battere i pugni sul tavolo, mentre con la storia della guerra ci martellano i fianchi con gli aumenti dell’energia e quindi di conseguenza di ogni merce prodotta in ogni parte del mondo, con l’ovvio sottinteso che la colpa è di Putin….

Però non c’è un progetto concreto organico, sostanziale, di struttura, fatto magari fra competenze e università togliendo impedimenti burocratici ad ogni richiesta di incentivi (non la parte antimafia, di accertamento e controllo serio con strutture ad hoc, di modifica regolamenti comunali e non solo all’installazione del fotovoltaico, dell’eolico o del geotermico)

Non c’è nulla di proibitivo, le conoscenze in Italia non hanno niente da invidiare ad altri paesi, serve solo la VOLONTA’ POLITICA.

Caro Giggino e caro Draghi, il costo in più, derivato anche dalle guerre, siete proprio voi che continuate a perseguire una diversificazione delle fonti energetiche ….fossili.

Non l’autonomia, l’indipendenza che dà vera democrazia energetica, come dice anche la direttiva 20.20.20 del 2017 della EU citata solo quando non serve ma è lì scritta e stampata .

Creando situazioni di proprietà territoriale circoscritta di cittadini, piccole aziende, borghi, quartieri in tutto il paese, aumentando gli interventi per l’idroelettrico in crisi per mancanza d’acqua nei bacini

Invece di fare gli apripista al CEO dell’ENI per acquisire nuove fonti fossili e contratti miliardari che poi si riversano sul solito pantalone, tramite accise e costi in aumento,che creano clima alterato e inquinano terre e intere zone abitate, questo è il momento esatto di dire la parolina magica: CAMBIAMENTO ENERGETICO

Il capo del PD, Letta, cugino del “consigliori” in auge al Vaticano di Berlusconi vostro alleato e protettore, ma anche quello che per le posizioni espresse assomiglia di più ad una destra liberista e aggressiva alla Salvini e ne rappresenta al meglio l’inciucio con accordo dei “migliori” nel governo.

Smettete la propaganda di guerra tutti quanti, oppure oltre ai nostri ospedali chiusi in casse spedite come armi agli ucraini, confuse da aiuti umanitari atlantici, ci avete pure aggiunto quei pannelli fotovoltaici, quelle pale eoliche che da anni state bloccando di fatto, per la gioia di Zelensky?

Il carbone e il pompaggio dei residui italiani di pozzi quasi esauriti lasciateli ai pazzi inquinatori .

Gatti Giovanni

Savona, 07/04/2022

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.