in questo eterno tristo carnevale

di Daniela

Bastasse un sacchetto di coriandoli
da gettare su questa vita surreale,
l’atrabile quadricromia smorzata
di Magritte muterebbe in allegria
carnevalesca, fantasmagoria colorata
di pensieri variopinti, come i rombi
di Arlecchino senza padroni, sogni
esplosi come in una tela di Kandiski
e canzoni allegre al giradischi.
E invece basta aprire il giornale
per odiare l’eterno tristo carnevale.
-Daniela Cerrato

1 Comment

  1. non mi dispiace affatto ritrovare i miei scritti su altri blog quando riportano il mio nome, ma se non ti dispiace preferirei si facesse il reblog direttamente dalla mia pagina. Grazie
    Daniela

    Mi piace

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...