la manovra del popolo con le pensioni del popolo

Postato il 30 dicembre 2018 di bortocal15

dal blog https://corpus15.wordpress.com/

da qualche giorno – non so se si e` notato, ma e` narcisista chiederselo -​ trascuro di commentare l’attualita` politica, sia per adeguarmi al clima della psicologia di massa di questo periodo, sia per un rigetto che sta diventando quasi insuperabile dell’ipocrisia universale delle nostre forze politiche, nessuna esclusa, e del rincoglionimento, si direbbe irreversibile e progressivo, del dibattito.

rompo il silenzio, mi ributto nella ischia, scrivero` sulla manovra del popolo, e mi scusi chi e` stufo di questi argomenti quasi come me.

. . .

​da pensionato, per il momento, parlo soltanto delle pensioni e, giusto per valutare la propaganda per quello che e`, faccio riferimento soltanto al mio caso personale, che posso controllare:

sono andato in pensione nel settembre del 2013, con 49 anni di contributi e una pensione abbastanza buona: nel gennaio 2014 mi crebbe di 11 euro al mese, per adeguamento, certamente molto ridotto, all’inflazione; a marzo pero` la pensione mi venne ridotta di 47 euro al mese (governo Letta, PD, qualcuno ricorda?); poi crebbe di 41 euro al mese a gennaio 2015, ritornando in pratica a 3 euro in piu` del valore iniziale; ma poi a marzo (governo Renzi, qualcuno ricorda?) mi venne calata di nuovo, cioe` mi ritrovai con 169 euro al mese meno di un anno e mezzo prima; a gennaio 2016 era risalita di 56 euro e su tale livello e` rimasta fino ad oggi: a 113 euro mensili di meno di quando ci sono andato.

ho fatto delle personali simulazioni su che cosa mi attende da dopodomani, in base alla finanziaria appena approvata: sempre per il recupero dell’inflazione, dovrebbe crescermi di 27 euro al mese, anziche` di 35 (salvo errori iei di calcolo, evidentemente), e restera` comunque anche cosi` 83 euro al mese piu` bassa di quella che percepivo nel 2013.

pensioni-960x576

. . .

quindi, per piacere, di che cosa stiamo parlando?

sono anni, ANNI, capito?, che le pensioni funzionano come un bancomat per i vari governi: l’assistenza sociale in Italia la pagano i soli lavoratori dipendenti, in quanto viene caricata sull’INPS e finanziata con i contributi loro e non con la fiscalita` generale.

i sindacati dei lavoratori non hanno mai fatto una vera e dura opposizione a questa stortura.

la Corte Costituzionale ha dichiarato illegittimo questo modo di utilizzare le pensioni per fare cassa, da parte del governo, ma Renzi a suo tempo se ne e` allegramente fregato, restituendo solo in minima parte il maltolto, e ha fatto soltanto FINTA di adeguarsi alla sentenza della Corte, senza che questa, del resto, osasse piu neppure fiatare.

adesso il governo giallo-verde-nero si e` tranquillamente accodato all’andazzo e al disprezzo delle sentenze della suprema Corte.

images

il governo, come Paperon de’ Paperoni, e le pensioni

anzi, ci ha aggiunto di suo una ripugnante campagna di tono vagamente razzista non soltanto contro gli immigrati, dove il razzismo e` oramai senso comune della plebaglia, ma anche contro i pensionati, che sarebbero dei disgustosi semi-parassiti e non persone che si sono guadagnate la pensione, come salario differito, versando i contributi previsti dalla leggi vigenti di tempo in tempo.

tralascio la barbarie di intervenire su trattamenti riconosciuti ribaltando progetti di vita e dissestando bilanci familiari programmati, perche` figuriamoci se possiamo chiedere una sensibilita` simile a un popolino che non si commuove se lascia annegare in mare i clandestini o si buttano per la strada migliaia di persone che erano in attesa dello status di rifugiato, in nome non ho capito di quale sicurezza.

. . .

per quanto mi riguarda, non saranno 9 euro di riduzione dell’adeguamento della pensione, dopo avere dovuto digerire salassi da quasi 170 euro al mese, a farmi scendere in piazza seguendo l’appello di chi mi ha tagliato quelli e oggi vorrebbe guidare la protesta.

io sarei disposto a pagare anche di piu` di 9 euro, se devono servire a introdurre anche in Italia misure civili di sostegno alla poverta`

(ma non chiamatele “reddito” di cittadinanza per favore, e fatele accompagnare da prestazione di serivzi socialmente utili! e fatele bene, altrimenti diventeranno un mostro all’italiana e andranno a sostenere gli evasori fiscali col denaro di chi le tasse le paga…).

quello che non sopporto, per principio, e` che i commercianti, i commercialisti e gli artigiani o i percettori di pura rendita siano esentati dal finanziare queste misure e che debbano essere solamente pensionati e lavoratori dipendenti a farsene carico.

dev’essere per questo che la manovra si chiama “del popolo”, perche` e` il popolo ancora in senso marxista dei salariati che la paga, e soltanto noi.

del popolo, perche` adesso anche le pensioni sono del popolo, come no?

. . .

pero`, per favore, certamente per 9 euro al mese in meno di aumento non mi schiodo certamente da qui, per scendere a valle, in piazza a seguire gli appelli di chi per anni ha fatto decisamente peggio.

e fino a che qualcuno non dice chiaro che pensioni sociali, misure contro la poverta`, cassa integrazione e assegni ai disabili li devono pagare tutti e non soltanto i paria che hanno lavorato sotto padrone, io esco a preparare la concimazione del mio orto, cioe` la mia personale guerriglia non-violenta contro il PIL dei potenti, e seminero` piu` patate e cipolle per recuperare i 9 euro che mancano all’appello.

cosi` scrisse Cincinnato dal suo casone di mezza montagna e usci` per andarsi a vedere un presepio vivente del popolo con 140 comparse: molti, pensionati, suppongo.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.