Il potere secondo Arendt . Ci spiega perchè oggi ci sentiamo così impotenti

Dal blog https://appuntisparsi19.wordpress.com/

Pubblicato il 19 settembre 2018

Nei libri di Maurizio Lazzarato – uno dei maggiori esponenti della scuola del capitalismo cognitivo – viene analizzata minuziosamente la dinamica di “individualizzazione” dell’individuo storico e sociale di epoca neoliberista.

cit. La Thatcher: “Non esiste la società, esiste solo l’individuo” (più tardi aggiungerà la famiglia).

Nella società sempre più plasmata dall’economia, stadio avanzatissimo dell’incubo di Karl Polanyi, la concezione dell’uomo dell’uomo comune si avvicina sempre di più alla concezione dell’uomo dell’economia. 
Agente individuale e razionale, titolare di diritti e doveri individuali, ha nei confronti dello Stato – oltre che nei confronti praticamente di ogni elemento della realtà – rapporti di tipo contrattualistico, dare e avere, costi-benefici.

I corpi intermedi, Toqueville. La collettività. La classe. Il ceto. Tutte cose che, strutturalmente e concettualmente, diventano sempre più vetusti. Soprattutto sempre più lontano dall’orizzonte mentale dell’uomo comune.

Forse questa è una buona angolazione per tentare di spiegare il panico, la paura, la confusione, soprattuttol’impotenza che prende l’uomo dagli anni ottanta fino ad oggi.

Df Wallace raccontava per esempio l’impotenza davanti alla complessità della realtà. Scriveva: “Chissà cosa penserebbero i padri fondatori degli Usa se vedessero, 

oggi, quant’è difficile capire le cose del mondo, ed essere veramente cittadini consapevole, informati e liberi. L’enormità di questa utopia”.

Questa impotenza è anche e forse soprattutto politica, nel senso di impotenza nel pensare anche soltanto a un’eventuale azione politica in cui la nostra individualità – così scintillante, evidenziata, sottolineata, ricchissima e dinamica a livello consumistico, lavorativo, sentimentale e sessuale, o comunque nella sfera privata – sembra sempre più superflua.

Forse l’impotenza è frutto dell’individualizzazione, soprattutto frutto dell’individualizzazione.

In Vita Activa, Hannah Arendt sviluppa un importante concetto di “potere” che è quell’energia che scaturisce da un insieme di persone, da una pluralità di differenze, che rende possibile qualcosa di nuovo, che produce un’eventualità, una possibilità, insomma, un insieme di persone che, messe assieme, con le loro individualità che si confrontano, possono compiere un’azione politica, cambiare qualcosa, incidere sulla vita pubblica di un luogo. Dare vita a una novità.

– Se tutto è individuale è normale che di qualunque cosa tendiamo a dare una spiegazione intrapunitiva oppure paranoica.

Tipico dell’individualizzazione è il narcisismobisogna rileggere Lasch. Egocentrismo legato a doppio filo con la dipendenza dagli altri, narcisismo è egocentrismo con un ego messo al centro che però è debolissimo, incapace di reggersi in piedi, sempre bisognoso di cure, di coccole, di vezzeggiamenti, di approvazione, di ammirazione.

cit. “Ammiratemi!”, Mad Max Fury Road

Per questo di ogni cosa tendiamo a dare una spiegazione intrapunitiva o paranoica. Orizzonte sempre aridamente individuale, del collettivo chi se ne importa? Della realtà chi ce ne capisce niente.

Sentirsi parte di qualcosa? Le dinamiche di branco ci sono ancora, anzi: neotribalismo. Ma l’ego è sempre debolissimo, pronto a disperdersi, annullarsi nel collettivo, è pur sempre narcisismo, adolescenza senza fine. Tenere sempre a mente politica, polis, pluralità e uomo in Arendt

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.